FESTA ALCOLICA

Quarto Botellòn a Pescara, attesi in 5 mila. Spiaggia ‘blindata’

Il fastidio dell’amministrazione: «nessuna autorizzazione»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3966

Quarto Botellòn a Pescara, attesi in 5 mila. Spiaggia ‘blindata’

PESCARA. Un imponente servizio d’ordine vigilerà questa notte, sabato 29 settembre, sullo svolgimento del quarto Botellòn Party.
Ancora una volta, la quarta, non ci sono le necessarie autorizzazioni e ancora una volta migliaia di giovani di tutto Abruzzo si sono dati appuntamento sulla spiaggia della Madonnina di Pescara per una «bevuta collettiva».
«Il terzo raduno, lo scorso giugno, così come i precedenti», contesta l’assessore Berardino Fiorilli, «ebbe effetti drammatici, con la riduzione del patrimonio pubblico in una latrina, costringendo l’amministrazione comunale a un ingente dispendio economico per riportare alla normalità e in sicurezza le condizioni della spiaggia, dove abbiamo trovato ogni genere di rifiuto».
Anche questa volta il Comune ha scoperto l’evento tramite il tam-tam rimbalzato dai social network, un evento che, almeno in teoria, ha fatto registrare almeno 5mila adesioni, 5mila persone, ragazzi, che si riverseranno sulla spiaggia.
«Ci stiamo preparando a fronteggiare al meglio mettendo in campo l’esperienza maturata e il personale adeguato», spiega Fiorilli, «anche se non nascondiamo comunque le nostre forti preoccupazioni».
L’amministrazione protesta per il messaggio lanciato da questo tipo di iniziativa, quella della ‘bevuta collettiva’: «durante tutto l’anno», sottolinea Fiorilli, «noi sponsorizziamo e promuoviamo le campagne anti-alcol e contro le stragi del sabato sera, destinate soprattutto ai più giovani, agli studenti».

INIZIO ORE 22
Per quanto riguarda l’evento di sabato notte, che presumibilmente dovrebbe partire tra le 22 e le 23, per poi andare avanti sino alle 4 o le 5 di domenica mattina, 30 settembre, è stato predisposto un servizio d’ordine imponente e serrato: saranno oltre un centinaio le unità operative presenti sul posto tra tutte le Forze dell’Ordine.
E’ stata ad esempio prevista la presenza delle unità della Guardia di Finanza con l’impiego delle unità cinofile antidroga, nonché la squadra nautica di Pescara di Capitaneria di Porto e Roan per garantire il controllo in mare, visto che lo scorso anno molti ragazzi, dopo aver esagerato con l’alcol si sono gettati in acqua rischiando l’annegamento.
«La Polizia municipale – ha proseguito l’assessore Fiorilli – si occuperà della chiusura e della deviazione del traffico a ridosso dell’area della Madonnina, con massima attenzione al lungomare Matteotti e agli incroci con via Foscolo, via Buozzi e via Puccini. Inviteremo tutti gli stabilimenti balneari compresi tra la Madonnina e piazza Primo Maggio ad attivare il sistema di illuminazione notturna per accendere a giorno tutta la spiaggia, con la predisposizione della pattuglia di vigilanza sull’arenile stesso».
E ancora saranno presenti i Vigili del Fuoco e soprattutto le autoambulanze per prestare soccorso a quanti ne avranno bisogno. Nel frattempo l’area della Madonnina è stata attrezzata con bagni chimici ed è stata mobilitata anche la Attiva che dalle 7 di domenica mattina avvierà la bonifica complessiva dell’arenile.
«Ai ragazzi e alle famiglie rinnoviamo l’appello a non esagerare e a mantenere il divertimento nei limiti del legittimo senza arrecare danni al patrimonio cittadino», chiude Fiorilli.