Il progetto “Disinvolto”: disabili e normodotati uniti nello sport

L’iniziativa è stata presentata a Pescara dagli assessori Maria Grazia Palusci e Nicola Ricotta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1993

Il progetto “Disinvolto”: disabili e normodotati uniti nello sport
PESCARA. Disabili e normodotati uniti nello sport.

E’ l’anima del progetto “Disinvolto” del Centro Sportivo Educativo Nazionale e presentato oggi, in contemporanea, in 12 regioni diverse. Il progetto è stato illustrato a Pescara dagli assessori all’Associazionismo, Maria Grazia Palusci, allo Sport, Nicola Ricotta, e alle Politiche Sociali, Guido Cerolini. Presenti anche il presidente provinciale del Coni, Enzo Imbastaro, Andrea Liberatore, referente regionale del progetto, e Pierluigi D’Angelo, del Cip provinciale.
«Il nostro obiettivo», ha spiegato Liberatore, «è quello di far crescere la cultura dello sport per disabili, coinvolgendo associazioni, enti e istituzioni, quale mezzo e strumento di inclusione nelle attività; è importante soprattutto la partecipazione degli studenti».
Il progetto prevede la realizzazione di un video sul tema della durata di 15 minuti per ogni sede regionale; la realizzazione di una mappatura delle attività sportive a favore dei portatori di handicap e degli impianti dove si svolgono; l’avvio di una consulta locale dello sport integrato e di una rete di impianti sportivi per lo sport integrato; l’organizzazione e gestione di un evento finale, a Roma, nel giugno 2013, con un seminario sul tema; la proiezione di 12 video-racconti. Infine è prevista una giornata nazionale dello sport integrato per sabato 2 marzo 2013 alla quale saranno invitati a partecipare le palestre, gli impianti sportivi, le realtà di settore e le istituzioni.
Le associazioni invitate al progetto, a Pescara, sono Asd Orione Pescara per il nuoto disabili pre-agonistico ed agonistico; il Circolo Scherma Flaiano Pescara per la scherma in carrozzina, preagonistica e agonistica; l’associazione Sconvolts Pescara, per l’hockey in carrozzina; il Quadrifoglio Team di Pescara, per il karate con atleti disabili, normodotati ed attività sportive integrate; Lady Sonia, scuola di ballo per atleti disabili e normodotati; World Activity Club per le attività acquatiche con persone con disabilità; il Centro sportivo Yale, per le attività sportive pluridisciplinari con l’inserimento di persone disabili; Svagamente, associazione di promozione sociale e culturale; Judo Kai Sakura Pescara, per le attività di judo ed arti marziali con l’inserimento di persone disabili in gruppi integrati; Diapason Onlus, cooperativa sociale di Montesilvano; parco De Riseis, a Pescara, per il calcio a 5 con persone disabili e la Dynamic Karate Termoli per il karate con l’inserimento di persone disabili in gruppi integrati.