COLPO DI SCENA (BIS)

Villa Pini, Petruzzi resta. Firmata la proroga dell’affitto

La svolta in serata dopo la limatura del contratto, con i Tir pronti al trasloco

Sebastiano Calella

Reporter:

Sebastiano Calella

Letture:

4798

Nicola Petruzzi

Nicola Petruzzi

CHETI. Firmata in serata la proroga dell’affitto per Villa Pini.

Nicola Petruzzi e Roberto Falcone (per la curatela) hanno sottoscritto il contratto nello studio del notaio Alfredo Pretaroli, dopo un paio d’ore di lettura delle clausole e degli allegati. In pratica c’è stata una compensazione delle partite di credito reciproche, cioè dei soldi che secondo le parti erano di loro spettanza e comunque è restata la rinuncia agli eventuali contenziosi «peraltro mai minacciati», ha sottolineato Petruzzi.
 La proroga del contratto è per sei mesi, cioè fino al prossimo marzo e comunque entro la prossima asta che avverrà dopo la sentenza del Consiglio di Stato.
«La svolta c’è stata stamattina, dopo un colloquio con il giudice delegato Adolfo Ceccarini – ha commentato a caldo Nicola Petruzzi, soddisfatto, ma stremato – lo ringrazio per la sua ragionevolezza. Poi nel pomeriggio mi sono sentito con i legali e con il notaio che ci ha aspettato. Sono soddisfatto perché in questo modo non si mortificano gli sforzi di questi due anni».
 Meno loquace Roberto Falcone, che ha rimandato alle dichiarazioni del curatore Giuseppina Ivone. Ha solo sottolineato che «la curatela era lì presente molto serenamente, nel solco di un’attività che ha sempre avuto di mira la salvaguardia del bene e dei posti di lavoro».