ARRESTI

Furti: aprivano le porte con schede telefoniche, due ragazze arrestate

Una ha 18 anni, l’altra è minorenne

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2476

Furti: aprivano le porte con schede telefoniche, due ragazze arrestate

Una vecchia scheda telefonica

PESCARA. I carabinieri di Pescara hanno arrestato in flagranza, per il reato di tentato furto, D.C. 18enne, ed una minore entrambe di etnia Rom e con precedenti di polizia.

Le due giovani sono state bloccate dai militari mentre stavano scappando da un appartamento di via Alessandro Volto dove erano entrate per rubare.
Il proprietario di casa si trovava all’interno dell’abitazione e, uditi strani rumori alla porta, dopo aver contatato il 112, ha aperto mettendo in fuga le due. Dopo un breve inseguimento le due rom sono state bloccate dai militari. A seguito di una perquisizione, sono state trovate in possesso di alcune schede telefoniche utilizzate probabilmente per far scattare le serratura dei portoncini blindati.
La maggiorenne, è stata trattenuta in camera di sicurezza, in attesa del giudizio direttissimo tenuto ieri mattina, al termine del quale il Giudice ha disposto la custodia cautelare presso il carcere di Chieti.
La minore, la cui età è stata accertata mediante esame antropometrico presso l’ospedale “Santo Spirito”, è stata invece condotta preso il Centro di prima accoglienza di L’Aquila, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Questo episodio conferma che frequentemente questi reati vengono commessi da persone che pur con strumenti “artigianali” riescono a penetrare all’interno delle abitazioni sfruttando disattenzioni quali ad esempio finestre aperte ai piani bassi o porte blinadate non chiuse a chiave.