REGALI PUBBLICI, BENEFICI PRIVATI

Concerto Antonacci, Comune ci ricasca: palasport ‘regalato’

L’amministrazione rinuncia a 4 mila euro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3898

Concerto Antonacci, Comune ci ricasca: palasport ‘regalato’
PESCARA. Il concerto si terrà il prossimo 18 ottobre e il Comune di Pescara ci ricasca.

Così come accaduto con i Negrita, Laura Pausini, Jovanotti, l’amministrazione Mascia rinuncia ad incassare 4 mila euro per l’affitto del Pala Giovanni Paolo II. Questa infatti è la cifra che si dovrebbe versare per avere in concessione la struttura comunale.
Ma non importa. In tempo di crisi e bilanci a secco il Comune cede e apre i cancelli gratis. Le vendite dei biglietti per il concerto sono andate benissimo, la data pescarese è sold out ormai da settimane e anche le società che gestiscono l’evento, Elite e Best Eventi sono entusiaste: «le previsioni di una corposa affluenza non sono andate deluse». I fans del cantante rimasti senza biglietto sono delusi e da qui si è deciso di replicare l’evento in data 13 dicembre ma si richiede ancora una volta all’amministrazione «la concessione gratuita del Pala Giovanni con agibilità a norma».
La richiesta è arrivata a Palazzo di Città lo scorso 18 settembre e il 19, il Comune dà ufficialmente l’ok.
«In questo modo», protesta il consigliere comunale del Partito Democratico Enzo Del Vecchio, «l’amministrazione Mascia raccoglie la supplica e contribuisce ad irrobustire i guadagni delle società private».
Nella proposta di delibera si spiegano anche i motivi della concessione gratuita ovvero si «ritiene opportuno intervenire con un sostegno concreto alla riuscita dell’iniziativa» e si ribadisce anche «il rispetto dell’articolo 25, 3° comma del regolamento per la gestione e l’uso degli impianti sportivi comunali».
Saranno invece regolarmente pagati, si precisa nel documento, gli importi relativi alla quota per i servizi tecnologici (rimborso spese per luci, acqua).
Nessun accenno nella proposta di delibera sui biglietti gratis da concedere ai politici… Ma su questo punto, ha spiegato nei giorni scorsi l’assessore Mariagrazia Palusci, l’accordo non viene scritto nero su bianco sulle delibere, come avveniva invece con l’amministrazione precedente. Ci saranno anche questa volta? A chi finiscono e come vengono scelte le persone a cui concedere il biglietto omaggio?
Secondo il consigliere d’opposizione Del Vecchio (Pd) dal Comune avranno pensato che «quei 4 mila euro, sicuramente utili», che non saranno incassati, «potranno essere facilmente recuperati dai tanti ed ignari cittadini pescaresi».
Eppure ieri pareva che qualcosa stesse per muoversi. Viste anche le polemiche sui biglietti omaggio per i concerti «i consiglieri comunali presenti in Commissione Cultura e Sport», racconta Del Vecchio, «si sono immediatamente detti pronti a votare contro questo ennesimo spregevole regalo se non fosse stato che il presidente della Commissione, Augusto Di Luzio, al fine di evitare una nuova umiliazione a questa amministrazione, ha proposto il rinvio dell’atto all’assessore proponente affinchè si attivi per concordare con le società Elite e Best Eventi il ristoro di quanto previsto nel Regolamento anche nella forma di una percentuale sui biglietti venduti».

*** LEGGI LA DELIBERA