SANITA'

Villa Pini, attesa per la proroga dell’affitto sul filo della scadenza di contratto

“Riunione continua” per arrivare ad una soluzione condivisa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2541

Villa Pini, attesa per la proroga dell’affitto sul filo della scadenza di contratto
CHIETI. Oggi potrebbe essere il giorno buono per Villa Pini.

Dovrebbe infatti essere formalizzato in giornata il provvedimento  sulla proroga dell’affitto al Policlinico Abano Terme, il cui contratto scade alla mezzanotte di domani. Dopo il parere favorevole del curatore e del comitato dei creditori – pur con qualche clausola restrittiva imposta dal rappresentante delle banche – le trattative sono continuate fino a ieri, con una riunione fiume che ha tenuto impegnati i protagonisti fino a tardi. Insomma un vero e proprio braccio di ferro sul filo della scadenza del contratto, il che tiene con il fiato sospeso dipendenti e sindacati in attesa del provvedimento formale di proroga dell’affitto. Unica notizia che fa ben sperare è la conferma dell’incontro a Villa Pini tra il Policlinico ed i sindacati, previsto per le 14,30 (il precedente incontro di lunedì era invece saltato in attesa di notizie dal Comitato dei creditori). Tema della riunione sembra essere l’accorpamento di alcuni reparti, dopo i tagli effettuati dalla Regione.
Il che comporterà anche una contrazione del personale assunto. In questa situazione molto difficile da gestire per tutte le parti, altra piccola luce di speranza è la riunione convocata oggi in Prefettura per la vicenda dell’autorizzazione sanitaria definitiva alla Clinica, revocata in autotutela dal Comune per la mancanza di una certificazione antincendio. Come dire: nella bufera di oggi si pensa al futuro dell’attività a Villa Pini.
Il tutto in un’atmosfera surreale di attesa, quasi come nel “Deserto dei Tartari”, anche se in questa vicenda non si tratta di scrutare l’orizzonte per l’eventuale arrivo di qualche nemico, ma solo di aspettare una sentenza – possibilmente favorevole - del Consiglio di Stato sulla regolarità dell’accreditamento da parte della Regione. Questa decisione, se positiva, sarà infatti in grado di cambiare il destino della prossima asta, dove il valore di Villa Pini dipenderà esclusivamente dall’esistenza o meno di posti letto accreditati.
Sebastiano Calella