150 ANNI DALLA NASCITA DEL VATE

D’Annunzio Festival, arriva il super comitato di saggi

Giornalisti, personaggi di spicco della cultura italiana e anche la compagna del sindaco Mascia

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8353

D’Annunzio Festival, arriva il super comitato di saggi
PESCARA. Si lavora a ritmo serrato per il centocinquantesimo anniversario della nascita di Gabriele d’Annunzio che si celebrerà nel 2013.

E’ stato messo in piedi un maxi Comitato costituito da un gruppo di studiosi, personaggi pubblici, amministratori, che coordineranno le varie attività da sviluppare il prossimo anno. I nomi sono al momento 70 ma il numero potrebbe crescere. Si tratta di un comitato eterogeneo, dove non mancano i volti noti (Vittorio Sgarbi o Bruno Vespa), ad esempio, ma anche i fedelissimi del sindaco di Pescara.
Molti gli appuntamenti già sulla carta per le celebrazioni, ad oggi circa una cinquantina, di cui Giordano Bruno Guerri ha voluto dare solo alcune anticipazioni: «il clou sarà un grande convegno su d’Annunzio che richiamerà studiosi da tutto il mondo, in programma il 12 marzo all’Aurum; poi una grande mostra Dal verde Abruzzo al Vittoriale e, inoltre, ovviamente nell’ambito del 150° è prevista la quarta edizione del D’Annunzio Festival che già quest’anno, pur con un budget dimezzato, si è rivelato un calendario di spessore e di successo».

I FEDELISSIMI DEL SINDACO
Nel comitato dei saggi sono 5 i ‘fedelissimi’ del sindaco Mascia (anche lui all’interno del gruppo). C’è Guiliano Grossi, coordinatore della segreteria del primo cittadino ed ex difensore civico regionale che nei mesi scorsi spiegò che l’incarico nella segreteria gli era stato affidato dal capo dell’amministrazione «esclusivamente in virtù di amicizia, stima e testimonianza di qualche capacità ed esperienza che il primo cittadino ha avuto la bontà di riconoscermi». Defenestrato dal tar dall'ufficio del difensore civico dove era stato messo tra le polemiche dal suo partito: il Pdl.
Nel gruppo, ovviamente, anche il deus ex machina del grande evento, ovvero il professor Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione ‘Il Vittoriale’ e consulente d’immagine della città (non senza polemiche) Rispetto all’anno scorso (quando percepiva circa 90 mila euro) il professor Guerri ha deciso di collaborare con il Comune per uno stipendio di 45 mila euro per 12 mesi.
Tra i grandi saggi anche la dottoressa Letizia Lizza, esperta di didattica musicale e di organizzazione culturale a Pescara, nonché compagna dell’attuale sindaco Mascia. Anche lei può dunque considerarsi una dei ‘fedelissimi’. A chiudere il quartetto l’assessore comunale Giovanna Porcaro, in quota Udc entrata in giunta dopo l’uscita ‘burrascosa’ di Elena Seller .

I GIORNALISTI
Nel gruppo dei saggi anche alcuni giornalisti: Bruno Vespa, Alessandro Sallusti direttore de Il Giornale (che proprio in queste ore è in attesa della sentenza di Cassazione che potrebbe portarlo in carcere per 14 mesi per diffamazione), Clemente J Mimun, direttore del Tg5, Giacomo Scanzi, direttore del Giornale di Brescia, Maurizio Cattaneo, direttore di Bresciaoggi, Roberto Papetti, direttore del Gazzettino di Venezia, Virman Cusenza, direttore de Il Mattino di Napoli, Giuseppe De Tommaso, direttore della Gazzetta del Mezzogiorno.

GLI STUDIOSI DI D’ANNUNZIO
Lunga la lista degli studiosi di D’Annunzio ai quali probabilmente spetterà il lavoro maggiore. Ci sono tra gli altri la professoressa Annamaria Andreoli, già presidentente della Fondazione Il Vittoriale, Flavio Arensi, membro del comitato tecnico culturale del Vittoriale, Francesco Bettoni, consigliere della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Caterina Bon Valsassina, consigliere della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Franco Cardini, illustre rappresentante del mondo accademico e ideatore del Convegno “Il Medioevo di Gabriele d’Annunzio”, Salvatore Carrubba, consigliere della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Carlo Cresti, curatore del volume “Gabriele d’Annunzio. Architetto imaginifico” e della mostra del guardaroba di d’Annunzio presso il Vittoriale. Ci sono anche Ernesto Galli della Loggia, esponente di spicco del mondo della cultura italiano e grandissimo esperto della storia italiana del Novecento, il professor Roberto Gervaso, componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, Giancarlo Marinelli, consigliere della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, la professoressa Clelia Martignoni, illustre studiosa dannunziana e membro del Comitato scientifico per l’edizione nazionale di tutte le opere di Gabriele d’Annunzio e Mariko Muramatsu, professore associato di letteratura italiana presso l’Università di Tokyo, illustre studiosa dannunziana.

I FAMOSI
Non mancano volti noti del mondo della cultura e dello spettacolo. Tra loro lo scrittore Alain Elkann, Carla Fracci, oggi assessore alla Cultura della Provincia di Firenze e illustre rappresentante del mondo della danza. Farà sentire, senza dubbio, la sua forte personalità anche il critico d’arte Vittorio Sgarbi.

COMITATO DEI SAGGI -150 ANNI DALLA NASCITA DI D'ANNUNZIO