DANI E MALTEMPO

Rimborsi alluvione 2011: fissati criteri per presentare domanda

I soldi non sono ancora pronti ma il Comitato è al lavoro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1605

Rimborsi alluvione 2011: fissati criteri per presentare domanda
ABRUZZO. Fissati i criteri per presentare domanda ed ottenere i rimborsi legati all’alluvione nel teramano, nel 2011.

Lo ha comunicato il Comitato tecnico (composto dal segretario/direttore generale Gianna Becci, dal dirigente regionale Pierluigi Caputi, dal funzionario provinciale Danilo Crescia ) che si è riunito ieri sera, alla presenza dell’assessore provinciale ai lavori pubblici, Elicio Romandini e del commissario delegato Valter Catarra.
I Comuni che hanno subito danni dovranno presentare nella domanda di risarcimento, le ordinanze di somma urgenza, gli atti di approvazione degli interventi, la certificazione di regolare esecuzione dei lavori o il certificato di collaudo.
Il Comitato valuterà le richieste e si pronuncerà in tempi brevi, al massimo nel giro di due settimane.
Al momento però non sono stati ancora trasferiti i finanziamenti senza i quali, non si potrà procedere ai rimborsi.
«Naturalmente ci stiamo muovendo anche su questo fronte con solleciti formali alla Protezione Civile e al Ministero dell’Economia», ha detto Catarra, «ci auguriamo di avere buone notizie quanto prima almeno per i 5 milioni stanziati dalla Protezione Civile che ci consentirebbero di cominciare ad erogare i primi rimborsi».
Sono stati stanziati 25 milioni di euro come indennizzo per i danni provocati dalle alluvioni nel Teramano nel marzo del 2011. Si tratta di una operazione di recupero di Fondi Fas della vecchia programmazione 2000/2006. Dei 25 milioni, infatti, 20 provengono dai fondi Fas e 5 sono stanziati direttamente dal governo per il ristoro dei danni provocati dall'alluvione che un anno fa ha provocato danni ingenti alla provincia di Teramo.