IL SEQUESTRO

Pesca vongole in area protetta: sanzioni, sequestri e denunce

Nei guai due comandanti

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1701

Pesca vongole in area protetta: sanzioni, sequestri e denunce
GIULIANOVA. I militari dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova hanno sorpreso due vongolare intente a pescare all'interno dell'Area Marina Protetta "Torre del Cerrano".
Le due imbarcazioni si trovavano nel tratto compreso tra Pineto e Silvi, dove vige l'assoluto divieto di pesca. I comandanti sono stati denunciati ed i relativi attrezzi da pesca utilizzati. Il pescato, circa 200 chili di vongole, sono stati sottoposti a sequestro penale. Il prodotto ittico e' stato immediatamente rigettato in mare mentre sono state elevate sanzioni amministrative per 8mila euro.
Considerata la gravità della condotta messa in atto, che già nel recente passato ed in altre analoghe circostanze è stata perpetrata, il comandante della Guardia Costiera di Giulianova Sandro Pezzuto assicura che «le attività di monitoraggio e controllo in materia di pesca e commercializzazione del prodotto ittico rientrano tra le prerogative principali della Guardia Costiera inerenti la tutela dell’ambiente marino, soprattutto se il bene paesaggistico da proteggere ha un elevato pregio naturalistico».
Tale azione repressiva giunge all’indomani di un ennesimo intervento di polizia marittima operato presso il porto di Giulianova, quando nei giorni scorsi è stato sanzionato lo sbarco di un quantitativo eccedente quello consentito dalla normativa in vigore. In quel caso ad operare sono state tre motopesca vongolari.
Ammontano a 12 mila euro le sanzioni comminate per un totale di 250 chili di prodotto sequestrato.