SPESE LEGALI

Biomasse Colonnella, sindaco fa ricorso: 19.000 euro per pagare l’avvocato

Il Comune ha scelto l’avvocato Fausto Corti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2446

Biomasse Colonnella, sindaco fa ricorso: 19.000 euro per pagare l’avvocato
COLONNELLA. 18.876 euro. E’ la somma impegnata dal Comune di Colonnella per pagare l’avvocato che presenterà il ricorso contro l’impianto a biomasse in contrada Vallecupa.

E’ scritto nella delibera di Giunta numero 86 del 13 settembre. Il Comune ha affidato l’incarico all’avvocato Fausto Corti de L’Aquila.
Non è stata seguita alcuna procedura ad evidenza pubblica nella scelta del legale, si legge, «perché si tratta di un singolo incarico legato a necessità contingenti, non di più servizi legali, e pertanto non c’è bisogno di procedure di evidenza pubblica».
L’amministrazione, recita la delibera di Giunta, «nel voler tutelare il territorio e la salute della comunità colonnellese ritiene opportuno presentare ricorso contro l’autorizzazione unica rilasciata dalla Regione».
Il sindaco Leandro Pollastrelli il 4 giugno ha rilasciato il certificato di agibilità igienico-sanitaria alla richiesta di 6 impianti a biomasse per la produzione di energia elettrica, pari a 990 kw ciascuno. A luglio la Regione ha rilasciato l’autorizzazione unica per l’impianto.
Ne è seguita un’accesa polemica. Gruppi di cittadini, preoccupati, sono scesi in piazza. La Sagitta ha tenuto un incontro pubblico per chiarire i dubbi.
Il sindaco ha scritto ai cittadini dicendo di aver emesso un semplice parere tecnico, un “atto dovuto”, pena la responsabilità diretta sia del sindaco che dell’Ente con possibilità di richiesta di risarcimento del danno da parte della ditta. Pollastrelli ha detto che era convinto che, strada facendo, le cose sarebbero cambiate «visto che il Comune avrebbe avuto tutti gli strumenti di controllo nelle fasi successive, in quanto, queste autorizzazioni, normalmente richiedono tempi molto lunghi con ulteriori convocazioni e approfondimenti per completare l’iter».
E si è detto pronto a presentare ricorso al Tar.
Intanto l'appuntamento con “Biomasse: incontro con gli esperti”, previsto per questa sera alle ore 20.30 presso la sala “E. Flaiano”, è stato annullato e rimandato a data da destinarsi a causa di imprevisti organizzativi non dipendenti dal Comitato organizzatore.