DIMISSIONI

Serraiocco indagato per truffa si dimette. Udc esce dalla giunta

Provvedimento deciso da Roma

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2216

Vincenzo Serraiocco

Vincenzo Serraiocco

PESCARA. L'assessore comunale di Pescara Vincenzo Serraiocco, indagato per truffa, ha rimesso le deleghe nelle mani del sindaco Luigi Albore Mascia.

Si è così sospeso anche dalla retribuzione, in attesa di chiarire la vicenda giudiziaria che lo vede indagato per truffa. Lo annuncia la Giunta Esecutiva provinciale dell'Udc dopo il provvedimento di sospensione dal partito dell'assessore annunciato giovedì dai livelli nazionali dell'Unione di centro.
La decisione adottata a Roma viene definita «eccessiva» dalla Giunta Esecutiva provinciale che chiederà un incontro al segretario nazionale, Lorenzo Cesa.
Serraiocco ha deciso di rimettere le deleghe su invito del partito anche se la Giunta Esecutiva gli ha espresso «solidarietà e vicinanza».
Nelle prossime ore sarà valutata l'eventualità del ritiro della delegazione Udc dalla giunta comunale di Pescara, con la riserva di mantenere l'appoggio esterno alla maggioranza.
«L'Udc - si legge in una nota - intende aprire una fase di riflessione sull'attività amministrativa, in particolare per quanto riguarda la politica di bilancio e tributaria dell'Ente e valuterà l'evoluzione di atti importanti per la città attualmente in discussione in Consiglio comunale».
«Prendo atto della decisione assunta», commenta il sindaco Luigi Albore Mascia che annuncia una fase di gestione ad interim delle stesse deleghe, nell’attesa che l’assessore possa chiarire la propria posizione.


«Comprendo e condivido la sensibilità dell’assessore Serraiocco», va avanti il sindaco, «che, con grande senso di responsabilità, ha ritenuto importante svincolarsi, momentaneamente, dai propri ruoli istituzionali per meglio chiarire la sua posizione in merito alla vicenda giudiziaria».
Dopo l’uscita dalla giunta potrebbero esserci problemi per la solidità della maggioranza. Il primo cittadino si augura di no: «siamo certi che l’Udc resterà parte fondamentale ed essenziale della nostra giunta comunale, esprimendo apprezzamento per l’importante lavoro svolto sino a oggi dall’assessore Porcaro, anche lei espressione dell’Udc nell’esecutivo, e mai metteremmo in discussione la lealtà politica dell’intera compagine dell’Udc, a partire dal capogruppo Vincenzo Dogali, il cui contributo è strategico nell’attività dell’intera coalizione».
Nei giorni scorsi avevamo lanciato un sondaggio sulle dimissioni di Serraiocco: l’84% dei nostri lettori ha votato perchè l’ex assessore lasciasse la poltrona.