CERTIFICAZIONI

Comune europeo dello Sport, ci prova anche Roseto

La Commissione Aces visita gli impianti sportivi

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

949

La cerimonia roseto aces

La cerimonia

ROSETO. Tredici impianti sportivi tra cui uno stadio, un palasport, una piscina, un pattinodromo e un centro di avviamento pentathlon moderno.

Sette impianti polivalenti di quartiere, quattro palestre scolastiche, trentanove società sportive che spaziano attraverso le più disparate discipline e un album di manifestazioni a carattere nazionale ed internazionale tra cui lo storico Trofeo Lido delle Rose di Basket, il Torneo di calcio giovanile Spiagge D’Abruzzo Cup e il Gran Galà Internazionale di Pattinaggio artistico Sport per la Vita.
Con queste credenziali la città di Roseto ha presentato la sua candidatura al titolo di “Comune Europeo dello Sport 2013”, che dovrà essere assegnato dall’Aces Europe, organismo internazionale che oggi ha visitato la città dove ha incontrato Amministratori e società sportive.
Oltre al presidente, Pierfrancesco Lupattelli, la commissione era composta da Massimo Zurlo (Aces Europe) Guido Bovolo (PSP Italia), Juri Morico (Opes Italia), Paola Olivieri (Aces Europe), Enrico Merturelli (Aces Italia) e Umberto Italiani Assessore allo Sport del Comune di Atri (ha ottenuto il titolo per l’anno 2012).
La Commissione è stata ricevuta questa mattina nella sala consiliare dove è stato presentato il video della candidatura.
«Il Comune sostiene la pratica sportiva ed è a fianco delle numerosissime associazioni che permettono ai giovani di praticare le più varie discipline usufruendo di impianti adeguati – ha detto il sindaco Enio Pavone nel suo saluto – Questa città è dotata di un numero ottimale di impianti sportivi – ha aggiunto l’Assessore allo Sport Mirco Vannucci – in linea con la sua tradizione e adatti alle esigenze di una città che ha sempre attribuito allo sport un valore fondamentale».
«Questo titolo è molto apprezzato dall’Unione Europea – ha spiegato Pierfrancesco Lupattelli nel suo intervento – per il valore che la politica sportiva ha nei piccoli comuni. Quindi vedere il Comune di Roseto degli Abruzzi con questo dossier che mette in evidenza il grande valore dell’impiantistica sportiva e la grande vivacità di associazioni sportive. Riteniamo che la visita di oggi possa essere una visita molto positiva e con un buon filnale».
La cerimonia di consegna della bandiera di Comune Europeo dello Sport si terrà a Bruxelles nella sede del Parlamento Europeo il 6 novembre prossimo. Negli anni scorsi il titolo è andato anche a Pescara e non sono mancati problemi, compresa una inchiesta della magistratura, tuttora in corso, che vede indagato il sindaco Luigi Albore Mascia .