LA PROTESTA

Teramo, al posto delle panchine cassonetti e scarico merci per il supermercato

Cittadini avvelenati contro il supermercato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

889

Teramo, al posto delle panchine cassonetti e scarico merci per il supermercato
TERAMO. «Non è più quella d’un tempo. L’apertura del supermercato ha cambiato volto a via Capuani, parallela di corso San Giorgio e salotto della città».

Prima, si passeggiava, ci si sedeva, si faceva un’amabile sosta su panchine di legno e di marmo. Oggi si osserva, in piedi, l’andirivieni di tir che scaricano e caricano merci e bidoni tracimanti immondizia.
«Hanno tolto le panchine ed i vasi d' arredo», dicono i residenti, «ed hanno messo i bidoni della spazzatura, carrelli per la spesa: via Capuani è trasformata in area di carico/scarico. L'amministrazione di centrodestra rimane indifferente all' apertura di un supermercato nella via più in della città di Teramo, non valutando che un supermercato ha bisogno di ampi spazi per il carico/scarico merci non di un furgoncino ma di tir di diverse decine di tonnellate di peso».
E si affaccia la preoccupazione: il pavimento da passeggio, siamo sicuri che sia in grado di sostenere il peso dei mezzi pesanti? O in pochi mesi sarà distrutto?
E ancora, pensa qualcun altro: «non avevano aumentato la Tia per permettere la raccolta porta a porta ed evitare bidoni della spazzatura in strada? Coloro che hanno speso soldi per l' arredo urbano, adesso non hanno più una via di lusso, ma una via il cui l'imbocco principale è un' area di carico /scarico merci. E così continua lo scempio della città ad opera di un' amministrazione quantomeno inadeguata».