STRUTTURE PUBBLICHE

Impianti sportivi Montesilvano, «con Cordoma vigeva l’anarchia»

«L’ex amministrazione chiudeva un occhio, danni sulla comunità»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1429

Impianti sportivi Montesilvano, «con Cordoma vigeva l’anarchia»
MONTSILVANO. Il patrimonio sportivo comunale era «senza alcun controllo».

Lo ha annunciato il presidente della Commissione Bilancio, Fabio Vaccaro, che ha denunciato le lacune nella gestione dei servizi.
«Ci siamo ritrovati una situazione che non ha né capo né coda. Mancano i tariffari per l'uso esclusivo degli spogliatoi, quelli per l'uso dei locali dei magazzini, manca una regolamentazione dell'antistadio ed il controllo dello stato dei locali delle palestre scolastiche utilizzate per l'allenamento di società ed associazioni. Una situazione non più sostenibile per l'Ente, unica, credo, nel panorama regionale», ha spiegato Vaccaro.
«Stiamo lavorando per riordinare tutto il sistema e per far rispettare le regole che già esistono ma che venivano in molti casi disattese. Oggi le regole che ci sono andranno rispettate e quelle che mancano verranno a breve codificate. Dobbiamo tutelare i beni del Comune, e la situazione per cui fino a ieri non era possibile individuare chi arrecava danni alle strutture sportive non deve più ripetersi».

Vaccaro si riferisce, in particolare, alla mancata costituzione, da parte di società ed associazioni, ad esempio, di apposita cauzione, anche con polizza fideiussoria, a copertura di eventuali danni, così come previsto dal vigente regolamento. «La vecchia amministrazione ha quasi sempre chiuso un occhio, facendo ricadere i danni su tutta la collettività», sostiene il presidente della Commissione Bilancio.
«Noi, invece, li terremo tutti e due spalancati, affinché ad un eventuale danno corrisponda un colpevole che poi ne paghi le conseguenze».
L'ufficio sport del Comune ha pubblicato un avviso pubblico per la concessione degli impianti in cui verranno escluse tutte le associazioni o enti che risultano morosi nei confronti dell'amministrazione, applicando il regolamento approvato dalla vecchia giunta, che, però, evidentemente non ha monitorato con attenzione la sua applicazione.
«Noi, invece, non ammetteremo eccezioni», ha assicurato Vaccaro. «Ad oggi gli uffici preposto sono riusciti a far rientrare quasi tutte le situazioni di morosità dell'anno 2011. Infine, è nostra intenzione regolamentare e ripristinare il pieno utilizzo anche del nuovo campo "Antistadio", per sopperire, in qualche modo, alla chiusura per lavori del campo sportivo "Mastrangelo" di via Senna”».