Stalking nei confronti della moglie, un arresto a Chieti

L’uomo non accettava la fine del matrimonio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1493

Stalking nei confronti della moglie, un arresto a Chieti
CHIETI. Un uomo di 35 anni di Chieti, V.G., disoccupato, è stato arrestato dalla squadra Mobile di Chieti per stalking.

La denuncia è stata firmata dalla moglie lo scorso 18 agosto. All'uomo è stata notificata la misura cautelare degli arresti domiciliari disposta dal gip del Tribunale di Chieti, Paolo Di Geronimo a seguito della richiesta del pm Rosangela Di Stefano. Le accuse a suo carico sono: atti persecutori e lesioni aggravate nei confronti della coniuge dalla quale è in corso la separazione.
La donna si è rivolta alla Polizia poichè l'uomo, non accettando la fine della relazione, le avrebbe cagionato un grave stato di ansia compiendo reiterati atti persecutori. La polizia ha avuto modo di verificare una serie infinita di telefonate ingiuriose e sms dal tono intimidatorio prospettando alla donna anche gravi conseguenze nei confronti dei figli nelle circostanze in cui gli venivano affidati.
L’uomo si sarebbe introdotto nei pressi dell'abitazione e, in una occasione, approfittando del fatto di voler vedere i figli, si è impossessato dell'album di matrimonio, gettando poi le foto nelle vicinanze della scuola di uno dei figli minori. L’arrestato si sarebbe appostato frequentemente nei pressi del luogo di lavoro della donna, aggredendola sia verbalmente e, in una occasione, anche fisicamente tanto da cagionarle lesioni guaribili in 10 giorni. Secondo quanto emerso nel corso delle indagini l’avrebbe anche pedinata in diverse occasioni. Una volta sarebbe riuscito a raggiungerla nei pressi di un locale pubblico, dove era in compagnia dei propri genitori. Anche lì non ha lesinato minacce e ingiurie nei confronti della moglie.