SANITA'

Asl Pescara, «restituire dignità al distretto di via Rieti»

Chiesta audizione manager D’Amario

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2069

Massimiliano Pignoli

Massimiliano Pignoli

PESCARA. Carenza di personale e utenti insoddisfatti: «trovare soluzioni»

«Il distretto sanitario di Pescara Sud è quasi al collasso, con servizi ridotti a causa della ormai cronica carenza di personale amministrativo e infermieristico».
I problemi sono tutti sulle spalle della cittadinanza costretta a rivolgersi spesso al privato con costi sicuramente maggiori, e in alcuni casi insostenibili.
Questa la denuncia del capogruppo di Fli al Comune di Pescara Massimiliano Pignoli che chiede che al distretto di via Rieti venga restituita «dignità».
«E’ ormai sotto gi occhi di tutti quello che accade nel distretto di via Rieti», denuncia il consigliere, «dove disagi e disservizi sono quasi all’ordine del giorno. La carenza di personale (unita anche al fatto che diverse persone che prestano servizio usufruiscono di permessi e legge 104 ore di lavoro ridotte) ha portato a disservizi notevoli, con i pochi infermieri spesso costretti anche riciclarsi come amministrativi. Il tutto va a ricadere sugli utenti perché con meno prestazioni in molti sono costretti ad andare altrove».
I problemi maggiori – ha sottolineato Pignoli – riguardano soprattutto le cure odontoiatriche, visto che in più casi diversi professionisti non hanno potuto effettuare prestazioni sanitarie per mancanza di infermieri. Tutto questo non accade invece nei distretti di Pescara Nord (ex clinica Baiocchi dove presta servizio la coordinatrice dei distretti Lucia Romandini) e in quello di Montesilvano «dove si riescono a garantire servizi all’altezza grazie alla presenza di personale sufficiente».
«Per questo – ha ancora aggiunto Pignoli – porterò questo problema all’esame della Commissione Sanità, chiedendo l’audizione del manager della Asl di Pescara D’Amario e della responsabile dei Distretti Lucia Romandini».
Il passo successivo sarà quello di sottoporre anche all’esame del Consiglio Comunale e al sindaco Mascia (che è presidente del Comitato Ristretto dei Sindaci della Asl di Pescara) i disservizi e le carenze, chiedendo che il Distretto venga nuovamente dotato di personale numericamente adeguato e così il ripristino della normale attività di lavoro in quello che è il Distretto che serve il maggior numero di cittadini a Pescara.