SUICIDIO?

Donna morta nell'Aquilano: in auto trovati quattromila euro

Assume più consistenza ipotesi suicidio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2064

Donna morta nell'Aquilano: in auto trovati quattromila euro
L'AQUILA. Suicidio o omicidio? Due le piste che fino a qualche ora fa venivano battute in parallelo dagli inquirenti ma qualcosa sta cambiando.

Assume sempre più consistenza, infatti, l’ipotesi del suicidio nell'ambito delle indagini per la morte di Maria Teresa Campora, 44 anni, titolare di un alimentari nella frazione di San Donato di Tagliacozzo.
Il corpo della donna è stato ritrovato sabato scorso in un lago di sangue da un ex sotto ufficiale dell’esercito in pensione. L’uomo ha chiamato i soccorsi ma poco dopo Campora è deceduta, probabilmente a causa di dissanguamento. Ben visibile la ferita al petto: il coltello che ha provocato la lacerazione mortale è stato trovato vicino alla vittima, insanguinato.
Lo ha usato la donna contro se stessa o qualcuno l’ha colpita con ferocia? Le impronte saranno comparate con le sue dai carabinieri e bisognerà verificare se l’arma non presenti anche altre tracce.
Proprio sull’esito dei rilievi c’è grossa attesa.
Da quanto si è appreso, dentro la Hyndai Atos blu della donna - in sosta poco distante da dove è stata trovata - c'erano 4 mila euro in contanti.
Una somma che, spiegano gli inquirenti, con tutta probabilità era nascosta nel campo e va collegata al biglietto trovato in auto: «Vi lascio tutto come voleva papà».
Anche in casa della vittima sarebbe stato trovato un altro messaggio, con le indicazioni per prendersi cura delle figlie.
Sempre secondo fonti investigative, la donna potrebbe avere recuperato la somma nascosta per paura che il marito, disoccupato - da cui Maria Teresa Campora si stava separando - potesse impadronirsene per utilizzarla nella sua nuova relazione. Su queste piste proseguono gli accertamenti di procura e carabinieri, con il pm Vincenzo Barbieri e il comandante provinciale Savino Guarino