OPERE PUBBLICHE

Nuovo ponte tra Cepagatti e San Giovanni Teatino, iniziati lavori

Marinucci preoccupato: «da dicembre sarà caos traffico»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2496

Nuovo ponte tra Cepagatti e San Giovanni Teatino, iniziati lavori
SAN GIOVANNI TEATINO. Sono partiti ieri i lavori di realizzazione del ponte che collegherà il territorio di Cepagatti con quello di San Giovanni Teatino.

Cantiere aperto sulla costruenda bretella di raccordo tra la S.R. 602 (in prossimità del mercato ortofrutticolo) e lo svincolo autostradale A14 di Dragonara.
Una infrastruttura lunga 148 metri, e larga 11, di un’altezza massima di 7 metri, a doppia corsia con due banchine, costruita utilizzando blocchi di cemento armato vibrato. «La costruzione – ha aggiunto l’assessore provinciale ai lavori pubblici Roberto Ruggieri - sarà terminata in tempi da record, trattandosi di un’opera pubblica: l’impresa cui è stato affidato l’appalto, l’associazione temporanea d’imprese Di Persio-Primavera, ha assicurato che i lavori termineranno entro dicembre e che il ponte sarà utilizzabile entro la fine dello stesso mese».
«Quando quest'opera è stata progettata, oltre dieci anni fa- ha continuato il Presidente Testa- lo scenario esistente in questa zona era assolutamente diverso ma comunque problematico dal punto di vista del traffico e dell’inquinamento. Oggi l'opera viaria ha un’utilità tale che va oltre l’emergenza del traffico sulla 602 e che lo renderà indispensabile per quanti intendano spostarsi da Villanova a Cepagatti e viceversa. Il ponte sul fiume Pescara, uno dei più imponenti dell’area Chieti – Pescara, consentirà di superare tutti quei problemi legati al consistente flusso di traffico insistente sulla SS 602 in funzione del mercato ortofrutticolo e nella vicina frazione di Santa Teresa di Spoltore, con indubbi miglioramenti sulla fluidità del traffico e sui tempi percorrenza del tratto compreso tra i due comuni».
«Apprezzo la realizzazione di questa opera – ha aggiunto il presidente della Provincia di Chieti Di Giuseppantonio - perché migliorerà il traffico in questa che è diventata una zona strategica dal punto di vista artigianale e commerciale a cavallo tra le province di Chieti e Pescara».

«SARA’ CAOS TRAFFICO»
Preoccupato, invece, il sindaco di San Giovanni Teatino, Luciano Marinucci: «non posso nascondere», ha ammesso ieri, «la preoccupazione per l’aumento del traffico attorno al casello autostradale Pescara Ovest-Chieti quando saranno terminati i lavori. Come ampiamente dimostrato nei primi due week-end di apertura di Ikea, il traffico che si immette nel complesso schema di rotatorie realizzato di fronte al casello Pescara Ovest-Chieti paralizza la circolazione sull’asse attrezzato, in prossimità delle relative uscite, e pone serie difficoltà a coloro che escono dall’autostrada: con l’apertura, prevista in dicembre, della bretella di contrada Buccieri la situazione non potrà che peggiorare, portando direttamente sulle rotatorie anche il traffico proveniente dall’altra sponda del fiume Pescara. Gli allarmi che avevo lanciato e che sono stati troppo presto dimenticati dopo la prima giornata di apertura di Ikea, tutto sommato tranquilla, purtroppo si sono puntualmente avverati. Torno perciò ad invocare lo spostamento dell’uscita autostradale sull’A-14: un obiettivo che perseguirò attraverso un lavoro istituzionale che sto già impostando».