ALLUVIONE E RESPONSABILITA'

Allagamenti. Il sindaco: «Il Comune di Pineto non ha responsabilità»

Il primo cittadino istituisce una commissione di inchiesta per scovare responsabilità

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2444

Il sindaco Luciano Monticelli

Il sindaco Luciano Monticelli

PINETO. Una commissione d’inchiesta di tecnici, ispettori e ingegneri per accertare le reali responsabilità dei danni provocati dagli allagamenti che hanno visto protagonista negli ultimi due giorni la città di Pineto.

È quanto stabilito dal sindaco Luciano Monticelli, che ha deciso di istituire nei prossimi giorni una commissione ad hoc per individuare i colpevoli dei disagi provocati a strade e abitazioni, molte delle quali hanno dovuto fare i conti con una eccessiva quantità di acqua che si è riversata sulla cittadina.
«Faremo arrivare a Pineto un gruppo di esperti di altre realtà cittadine – spiega il primo cittadino – che avrà il compito di ispezionare millimetro per millimetro strutture, terreni, abitazioni, canali e quant’altro per dare un nome a coloro che hanno reso possibile tutto questo. Sono stanco di addossarmi colpe quando la macchina amministrativa sa perfettamente come muoversi e si è sempre adoperata per prevenire il rischio idrogeologico».
A essere messi sotto esame gli enti sovracomunali, i privati e tutti coloro che lavorano i terreni collinari della città di Pineto e che sono pertanto soggetti al regolamento di Polizia Rurale.
«Hanno smembrato le nostre colline – lamenta Monticelli – e moltissimi enti, dal canto loro, non hanno garantito la pulizia dei canali di raccolta delle acque di loro competenza. Il risultato sono stati gli allagamenti che hanno letteralmente paralizzato alcuni quartieri della nostra città».

Diversa la situazione che ha, invece, interessato le zone di competenza comunale, come ad esempio è accaduto per il Foggetta, che ha creato problemi soltanto nella parte in mano alla Provincia.
«Siamo dinanzi alla dimostrazione – chiosa Monticelli – che il Comune ha sempre operato nel migliore dei modi. Basta essere additati per colpe non nostre. Per questo motivo la commissione che sta per sorgere dovrà operare nella rigidità più assoluta, perché ognuno si assuma finalmente le sue responsabilità e Palazzo di Città esca da questa vicenda per ciò che ha realmente fatto per Pineto. Tolleranza zero sarà la parola d’ordine».