Incidente stradale, droga nell’auto dei due ragazzi morti ieri ad Avezzano

Ricostruzione degli eventi difficile

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4448

Una delle due auto (Foto: Antonio Oddi)

Una delle due auto (Foto: Antonio Oddi)

AVEZZANO. Viaggiavano in tre a bordo di una Renault Clio.

I carabinieri sospettano che avessero consumato droga, visto che è stato trovato un panetto di hashish nell'auto che è andata a schiantarsi frontalmente contro un'altra in prossimità di un incrocio giovedì sera, intorno alle 23, alle porte di Avezzano. A perdere la vita sono stati due dei tre occupanti, l'aquilano Luca Battista, 19 anni, deceduto sul colpo, e Riccardo Cravaro (54), nato a Cagliari e domiciliato ad Assergi, frazione dell'Aquila, morto durante la notte all'ospedale di Avezzano per la gravità delle ferite riportate nell'impatto. Battista era in possesso di circa un etto di droga, mentre Cravaro è risultato positivo al test della cannabis. Il terzo occupante della Clio, e anche conducente dell'automobile, un ventisettenne di origini albanesi residente all'Aquila, è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Teramo.
Si trova in stato di choc all'ospedale di Avezzano, ma se la caverà in venti giorni, un operaio di San Benedetto dei Marsi (L'Aquila) che aveva appena finito il suo turno di lavoro e ieri sera, mentre stava tornando a casa, si è trovato di fronte la Renault Clio.

Sull'incidente stanno indagando i Carabinieri della compagnia di Avezzano e i colleghi del comando provinciale dell'Aquila. Pur essendo avvenuto giovedì sera, solo venerdì mattina, e dopo alcune versioni diverse, i militari dell'Arma sono riusciti a ricostruire, in parte, la dinamica del sinistro. Tuttavia sono ancora molti i punti che rimangono oscuri: ad esempio, i carabinieri stanno cercando di capire se i tre dall'Aquila abbiano raggiunto Avezzano per rifornirsi di droga.
Coordinate dal pm della procura di Avezzano Vincenzo Barbieri, che conduce l'inchiesta, le indagini continuano. Secondo quanto si è appreso, una delle due auto non si sarebbe fermata allo stop. Lo schianto è stato violentissimo e i Vigili del Fuoco hanno faticato non poco per estrarre dalle lamiere i tre occupanti della Clio, che ha avuto anche un principio di incendio. Sul posto hanno lavorato anche gli operatori del 118 che hanno soccorso i feriti.