AGEVOLAZIONI FISCALI

Zona franca urbana, arrivano gli sgravi

Pubblicato dopo mesi di polemiche il decreto che autorizza agevolazioni per le imprese

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4718

Zona franca urbana, arrivano gli sgravi
ABRUZZO. E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (GURI n. 204, 1.9.2012) il Decreto del 26 giugno 2012, riguardante la Zona Franca Urbana dell'Aquila.

All'art. 1 ("Ambito di applicazione") si legge: "Il presente decreto stabilisce (...) i limiti e le modalità di applicazione delle agevolazioni (...) in favore delle piccole e micro imprese localizzate all'interno della Zona Franca Urbana del Comune dell'Aquila, istituita ai sensi dell'articolo 10, comma 1-bis, del decreto legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77, e successive modificazioni e integrazioni".
«Dopo la ratifica della Corte dei Conti - rileva il Vice Presidente vicario del Consiglio regionale, Giorgio De Matteis - finalmente è stato pubblicato l'atteso decreto sulla Zona Franca Urbana dell'Aquila, che destina circa 90 milioni di euro alle attività produttive delle piccole e micro imprese. Già, ZFU dell'Aquila, è appunto questa la dicitura che ben 23 volte ricorre nel decreto. Infatti - sottolinea De Matteis - le modalità e gli obiettivi, come era stato ampiamente anticipato, fanno preciso riferimento a questa misura di sostegno. Il silenzio di molti dei presunti esperti e sedicenti imprenditori, la dice lunga su come questo tema sia stato strumentalizzato. Parlare di Cialente in riferimento a tale questione è come sparare sulla Croce Rossa. Questo ultimo episodio conferma ciò che io ho sempre pensato di lui: un politico inconcludente, superficiale e spesso in mala fede. Ho chiesto - rileva ancora De Matteis - al Presidente della Camera di Commercio di organizzare una giornata didattica dedicata alla ZFU e alle modalità attraverso le quali avere accesso ai finanziamenti».
«Credo sia utile ai tanti che potranno usufruire di tali agevolazioni», ha detto il vice presidente, «ritengo, infatti, importante che ci sia la massima conoscenza e trasparenza nell'utilizzo di tali fondi. Ricordo al riguardo, che ci sono stati ripetuti tentativi di frammentare e parcellizzare queste risorse a svantaggio della città. Basti ricordare le azioni messe in atto dell'amico deputato aquilano di Cialente».