NUOVO RETTORE

Uda, arrivato il decreto ministeriale per Carmine Di Ilio rettore

Inizia una nuova stagione nell’università Chieti-Pescara

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2462

Di Ilio, Primavera, Marramiero

Di Ilio, Primavera, Marramiero

CHIETI. Dal 27 luglio 2012 fino al 1° novembre del 2017 Carmine Di Ilio sarà il rettore dell’università Gabriele d’Annunzio.

Il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca è infatti appena giunto.

«Considerato che il prof. Carmine Di Ilio ha riportato la maggioranza assoluta dei voti» – si legge nel decreto - e considerato inoltre che lo stesso ha scelto l’opzione del tempo pieno, decreta che è rettore a tutti gli effetti dell’università Chieti-Pescara.

Si chiude così, con un’attesa durata un mese, la vicenda dell’elezione del nuovo rettore che da subito entra in possesso delle sue prerogative. In realtà, pur continuando ad operare nella sede della presidenza della facoltà di Medicina, di cui era preside, Di Ilio di fatto era considerato rettore da parte di tutti, vista la votazione plebiscitaria che lo ha eletto.

Dopo il decreto ci sarà il trasferimento nell’ufficio del rettore e così inizierà una nuova stagione per l’UdA. Ma che qualcosa sia già cambiato lo dimostra un piccolo episodio di cui Pdn è stato spettatore. E cioè l’incontro informale – come è stato sottolineato da parte di tutti e tre i protagonisti – tra lo stesso Di Ilio ed i presidenti di Confindustria Chieti e Pescara. Sembrano lontani i tempi delle polemiche tra gli industriali e l’Uda, con l’accusa di bypassare gli imprenditori locali per i problemi della ricerca.

Probabilmente non sarà più così: non solo perché c’è stato un chiarimento, ma anche perché l’incontro è avvenuto nella sede di Confindustria a Chieti. Erano presenti i presidenti Paolo Primavera ed Enrico Marramiero di Pescara oltre lo stesso Di Ilio che ha atteso pazientemente il presidente Marramiero in leggero ritardo per motivi di lavoro. Insomma una disponibilità al colloquio che è stata molto apprezzata da Confindustria e che lascia ben sperare per il futuro.

s. c.