DISSERVIZI

Ruzzo Reti, maltempo danneggia impianti. Guasto riparato. Erogazione verso la normalità

Operai al lavoro per risolvere i problemi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5034

Ruzzo Reti, maltempo danneggia impianti. Guasto riparato. Erogazione verso la normalità
TERAMO. Il maltempo del fine settimana ha provocato serie conseguenze agli impianti della Ruzzo Reti S.p.A., provocando effetti a cascata sulla distribuzione dell’acqua nella provincia di Teramo.

In particolare, i tecnici dell’azienda sono alle prese con il ripristino delle funzioni di potabilizzazione dell’acqua degli impianti di Casale San Nicola e di Montorio al Vomano: l’acqua in arrivo dalle sorgenti presenta un alto grado di torbidità, tale da non essere resa potabile.
Tale situazione ha imposto l’interruzione dell’erogazione dell’acqua da Casale San Nicola (che nella normalità eroga circa 130 litri al secondo) e la drastica riduzione della portata in uscita del potabilizzatore di Montorio al Vomano, da circa 700 l/s a circa 200.
Le conseguenze di questa situazione di emergenza si riflettono su un’ampia porzione del territorio provinciale, a partire dalla Vallata del Vomano, lungo tutta la fascia costiera da Pineto a Martinsicuro e nella Val Vibrata.
Contrariamente all’originaria ipotesi, le condizioni di non idoneità della qualità dell’acqua a parere dei tecnici della Ruzzo Reti S.p.A. perdurerà ancora per 24 ore circa, determinando una evidente minore portata dell’acqua presso le utenze.
Il personale della Ruzzo Reti S.p.A.è impegnato a ripristinare nel più breve tempo possibile le condizioni di normalità nel flusso idrico, per ridurre al massimo i disagi per la popolazione.

GUASTO RIPARATO, SERVIZIO TORNERA’ NORMALE ENTRO 12 ORE
La Ruzzo ha appena comunicato che sono rientrati in attività, alle 4:00 di questa mattina, gli impianti di potabilizzazione di Montorio al Vomano e di Isola del Gran Sasso-Casale San Nicola.
Il personale dell’Acquedotto, dopo aver effettuato i necessari controlli alla qualità dell’erogazione dell’acqua, ha rimesso in funzione gli impianti, a un regime di portata di circa 600 litri al secondo complessivi. E’ dunque prevedibile, entro le prossime 10-12 ore, un ritorno alla normalità per quanto riguarda il flusso di erogazione presso le utenze.
La Ruzzo Reti S.p.A., sottolinea «l’eccezionalità dell’evento atmosferico tale da incidere pesantemente su un collaudatissimo sistema di potabilizzazione dell’acqua, rassicurando le cittadinanze del territorio provinciale sulla consueta qualità dell’acqua erogata, si scusa per i disagi arrecati da un evento non dipendente dalle responsabilità dell’Acquedotto».