LAVORI PUBBLICI

Chieti dà l’ok a bonifica area ex Cartiera Burgo

Lo hanno annunciato il sindaco Di Primio e l’assessore Emilia Di Matteo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5562

Chieti dà l’ok a bonifica area ex Cartiera Burgo
CHIETI. Un sì sui lavori di bonifica e messa in sicurezza dell’area dell’ex Cartiera Burgo di Chieti.

A pronunciarlo è stata la Conferenza dei Servizi riunitasi presso la sede del Settore Ecologia, Ambiente, Energia del Comune di Chieti e che ha approvato all’unanimità il progetto di messa in sicurezza permanente del primo lotto dell’area industriale dismessa della Cartiera Burgo.
In sostanza i lavori di messa in sicurezza del sito su cui insisteva la struttura demolita permetteranno, poi, la reindustrializzazione e l’auspicato reinserimento dei lavoratori nella filiera produttiva.
Solo a bonifica fatta il Suap potrà rilasciare le necessarie autorizzazioni edilizie a corredo della reindustrializzazione stessa. La conferenza ha esaminato la documentazione presentata dalla ditta Burgo Group, il progetto di messa in sicurezza permanente pervenuto al Comune di Chieti il 2 luglio 2012 e le indicazioni e condizioni espresse dall’Arta di Chieti, e si è pronunciata positivamente sul recupero dell’area.
Le condizioni perché questo avvenga sono chiare: il tutto dovrà avvenire nel rispetto delle condizioni indicate dall’Arta di Chieti; entro 30 giorni dalla riunione dovranno essere trasmessi l’atto di nomina del direttore dei lavori e responsabile delle attività di bonifica nonchè la polizza fideiussoria a favore del Comune di Chieti; i lavori devono essere eseguiti nel pieno rispetto delle norme in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e dei cantiere e dovranno essere conclusi, salvo varianti, entro 12 mesi decorrenti dalla data di notifica della determinazione dirigenziale del settore Ambiente del Comune.
Alla riunione hanno preso parte il geometra Mario Salsano, funzionario responsabile del procedimento del VII settore del Comune di Chieti, il geologo Massimo Ranieri, in qualità di tecnico incaricato dalla ditta Burgo Group Spa; l’ingegnere Domenico Merlino della “Merlino Progetti srl” incaricata della progettazione dell’intervento di reindustrializzazione del sito, Giovanna Mancinelli e Lucina Luchetti, rispettivamente responsabile della Sezione Rifiuti e Suolo e dei Siti inquinati e Discariche dell’Arta di Chieti, Enzo De Vincentiis per la Provincia di Chieti.
«Ora l’auspicio», ha fatto sapere il sindaco Di Primio, «è che l’azienda ed il consorzio di Rete trovino al più presto un accordo che porti alla cessione dei terreni in favore del consorzio stesso e alla realizzazione di nuove strutture presso le quali dovranno trovare collocazione anche gli ex lavoratori della Burgo».