SEQUESTRI

Prodotti cinesi pericolosi, sequestrati 4 milioni di pezzi da Gdf di Giulianova

Denunciate sei persone

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2605

Prodotti cinesi pericolosi, sequestrati 4 milioni di pezzi da Gdf di Giulianova
GIULIANOVA. Giocattoli pericolosi e non conformi alle direttive europee, articoli di cancelleria, articoli per la casa ed elettronici non sicuri.

C’era un po’ di tutto tra gli oltre 4 milioni di pezzi sequestrati dalla Guardia di Finanza di Teramo, nel corso dell’attività di controllo del territorio e contrasto alla contraffazione. Le Fiamme Gialle hanno scoperto una vera e propria filiera del falso che si estende anche in altre regioni italiane: un quantitativo enorme di prodotti a basso costo ma anche pericolosi. Oltre al sequestro degli articoli, disposto dalla Procura della Repubblica di Teramo, l’operazione ha portato alla denuncia di 6 persone coinvolte a vario titolo nell’organizzazione che smistava la merce in tutta Italia.
Il servizio è scaturito da un sequestro avvenuto nel marzo scorso ad opera di una pattuglia del Nucleo Mobile della Compagnia di Giulianova nei confronti di un trasportatore rumeno che era in procinto di consegnare presso un noto centro commerciale della zona circa 35.000 articoli. Tutti articoli, ricostruiscono gli inquirenti, non conformi ai requisiti di sicurezza imposti dalla normativa nazionale ed europea, tutti provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese con la marcatura CE contraffatta.
Le successive indagini hanno consentito la ricostruzione della filiera del falso che ha coinvolto una persone residente a Colonnella (non vengono forniti i nomi) ed altre persone che vivono tra Poggiomarino (Napoli), Caserta, Albano Laziale (Roma) e Casier (Treviso).