MORTE SOSPETTA

Fugge dopo frontale, trovato morto sulla spiaggia

Forse annegamento, oggi l’ autopsia

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6071

Fugge dopo frontale, trovato morto sulla spiaggia
VASTO. Due ore dopo uno scontro frontale tra auto, in seguito al quale era fuggito, un trentenne di San Salvo è stato trovato morto sulla battigia poco distante.

Il fatto è avvenuto nelle prime ore di domenica. L'automobilista della seconda auto è rimasto solo ferito. La morte del trentenne, John Fredy Mecoli, originario della Colombia ma da sempre residente a San Salvo, operaio della Sevel, sarebbe avvenuta per annegamento; tuttavia, ad accertare le cause del decesso sarà l'autopsia disposta dal magistrato per questa mattina. L'auto che guidava sarebbe stata intestata al padre; la sua patente invece era stata sospesa in quanto assuntore di sostanze stupefacenti.
L'incidente è avvenuto alle 2.30 tra sabato e domenica. Subito dopo, secondo la ricostruzione della polizia stradale, la fuga. Forse Mecoli non sapeva che l’altro automobilista era rimasto solo ferito. Forse temeva di essere stato responsabile di un decesso. Di sicuro non si è fermato ma dopo lo scontro ha ingranato la marcia e si è allontanato a tutta velocità.

Tra le 4.30 e le 5 di ieri mattina, un gruppo di ragazzi della provincia di Isernia che stava passeggiando in spiaggia dopo una serata ed una nottata trascorse insieme a Vasto, ha visto il corpo sulla riva - a poco più di 250 metri dalla statale - ed ha dato l'allarme. Il ferito nello scontro, un 24enne di San Salvo, è ora ricoverato in ospedale ma non è in pericolo di vita.
Bisognerà adesso accertare quello che è accaduto al giovane Colombiano. Si sospetta un gesto estremo a causa dei sensi di colpa per il frontale ma solo l’esame autoptico potrà fornire ulteriori indizi.