ALBERI

Pescara, tagliati pini secolari danneggiati dalla neve: «non si poteva fare diversamente»

Intervento sollecitato dai vigili del fuoco e forestale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2505

Altra via con taglio di alberi

Altra via con taglio di alberi

PESCARA. E’ partita ieri mattina l’operazione di rimozione di sette pini pericolanti, gravemente danneggiati dalle nevicate dello scorso febbraio, situati tra via Gioberti e via Toti.

Una cattiva manutenzione delle piante prima dell’emergenza del febbraio scorso ha irrimediabilmente portato a quello che si voleva evitare: l’abbattimento.
Le piante, plurisecolari, sono state sorvegliate dagli agronomi comunali, dai Vigili del Fuoco e dal Corpo Forestale dello Stato che, dopo aver atteso qualche mese per verificare l’effettiva tenuta degli alberi, hanno sollecitato e autorizzato, ciascuno per le proprie rispettive competenze, il loro taglio.
Infatti le piante hanno perso stabilità e presa sul terreno, rischiando di cadere, da un momento all’altro, su qualche ignaro passante o automobilista, generando danni incalcolabili. Insomma, non si poteva fare altro, assicurano da Palazzo di Città.
Ieri mattina gli operai addetti al servizio verde hanno avviato l’intervento che si concluderà entro la prossima settimana.
«Purtroppo – ha sottolineato l’assessore al Verde Gianni Santilli – le nevicate dello scorso febbraio, dieci giorni di precipitazioni ininterrotte che hanno superato i record degli anni ’50, sono state una mannaia per il patrimonio arboreo di Pescara che conta piante ovviamente secolari, piante che comunque avrebbero avuto un proprio ciclo vitale e che prima o poi comunque sarebbero venute meno, ma sicuramente il peso sostenuto in quei giorni, prima la neve, poi il ghiaccio, hanno accelerato il processo di morte delle piante. Quando ci siamo accorti dei primi segni di cedimento abbiamo avviato un periodo di controllo e monitoraggio, utilizzando tutti gli strumenti a nostra disposizione per verificare l’eventuale progressivo aggravamento della situazione: sette i pini posti sotto esame, uno in via Gioberti e sei in via Toti. Pochi giorni fa abbiamo ricevuto le relazioni definitive di agronomi, Vigili del Fuoco e Corpo Forestale che hanno sollecitato e autorizzato l’abbattimento di quegli alberi, evidenziandone il pericolo crollo e la necessità di garantire con immediatezza la tutela dei cittadini. Le operazioni sono cominciate questa mattina con l’abbattimento dell’unico pino pericolante in via Gioberti; subito dopo le nostre squadre si sono spostate in via Toti per iniziare a rimuovere le altre sei piante, intervento che dovrebbe concludersi entro la prossima settimana. Ovviamente, eliminati quei pini, stiamo già provvedendo a individuare altre piante che andremo a installare in sostituzione degli alberi tolti per tornare a potenziare il patrimonio arboreo della città».