MALATTIE E LAVORO

Operaio Walter Tosto, tribunale riconosce malattia professionale

Il caso patrocinato dall’Inca Cgil di Scafa

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3493

Operaio Walter Tosto, tribunale riconosce malattia professionale
PESCARA. Una vittoria per il lavoratore che ha deciso di far valere i propri diritti.

Con la sentenza del Tribunale di Pescara del 21 giugno scorso del giudice Franco Di Pietro è stato riconosciuto al lavoratore D.R.G. di Turrivalignani una rendita per inabilità permanente derivante da malattia professionale (rachipatia) a causa della sua abituale attività lavorativa.
La Sentenza del Tribunale di Pescara ha accolto le conclusioni del Ctu basandosi anche sulla sentenza della Corte Costituzionale n.179/1988 che stabilisce come la tutela assicurativa dell’Inail si estende anche a malattie professionali non specificatamente tabellate, purchè derivanti dalla concreta esposizione ad un rischio lavorativo “concreto e congruo”.

Il lavoratore da undici anni dipendente della ditta Walter Tosto Serbatoi di Chieti Scalo per quattro anni ha svolto le mansioni di saldatore manuale nella realizzazione di serbatoi nonché una frequente movimentazione manuale di carichi. «Si tratta di un riconoscimento molto importante che può aprire la strada per il riconoscimento dello stato invalidante derivante da malattia professionale per altri lavoratori che denunciano sintomi simili nelle aziende metal meccaniche della Vallata del Pescara», commentano dal patronato Inca Cgil di Scafa il cui responsabile Fernando Tauro ha seguito tutto l’iter amministrativo.
Secondo i dati dell’Inail nella provincia di Pescara sono state denunciate, nel 2011, ben 1616 malattie professionali, con un forte trend di crescita: «è più che mai necessario», sottolinea Tauro, «un valido e competente intervento di tutela individuale che l’Inca Cgil è in grado di garantire gratuitamente».