MONTAGNA

Montagna : salvati 9 scout bloccati sul Monte Amaro

Ieri salvato escursionista sul Corno Grande

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2596

Montagna : salvati 9 scout bloccati sul Monte Amaro
SULMONA. Un gruppo di nove scout proveniente da Pescara è rimasto bloccato per l'intero pomeriggio di sabato su un costone del Monte Amaro.

Il gruppo era partito in mattinata dalla base di Passo San Leonardo per un'escursione sulla cima della Maiella. Nel pomeriggio, mentre scendevano a valle sono usciti fuori dal sentiero e hanno perso l'orientamento. Non potendo proseguire e per evitare di peggiorare la situazione, i giovani esploratori hanno avvisato gli amici che erano rimasti nel campo base di Passo San Leonardo, i quali hanno dato subito l'allarme. Sul posto, insieme ai carabinieri di Pacentro, sono intervenuti i vigili del fuoco di Pescara che con l'ausilio di un elicottero hanno prima individuato il costone della montagna dove erano rimasti bloccati gli scout, per poi issarli a bordo con il verricello. L'operazione si è conclusa solo a tarda sera. Tutti gli scout stanno bene e non è stato necessario nessun ricovero in ospedale.
Il corpo nazionale Soccorso Alpino e Speleologico de L’Aquila nella giornata di ieri ha invece tratto in salvo A.C., escursionista di 46 anni, che si è infortunato sul Gran Sasso. Intorno alle 11 l’uomo, mentre scendeva per la via normale della vetta occidentale del Corno Grande (2912m) è scivolato a causa della rottura dello scarpone ed è rotolato per una trentina di metri.
Un tecnico della squadra speleologica che era in zona ha subito avvertito i colleghi della squadra alpina, che in questo periodo estivo sono presenti direttamente sul territorio per essere pronti ad intervenire in caso di incidente. La squadra di soccorso stava percorrendo la “Direttissima” alla vetta occidentale del Corno Grande e in mezz’ora ha raggiunto l’infortunato.
La squadra era composta da tre tecnici e un medico, che ha riscontrato varie escoriazioni, una ferita lacero-contusa sul naso e una sospetta frattura delle ossa nasali.
Nonostante il forte vento, il ferito è stato quindi recuperato con il verricello poco dopo le ore 13 dall’elicottero del Suem 118 della Regione Abruzzo e portato all’ospedale de L’Aquila per le cure del caso.