DROGA

Eroina low cost ai ragazzini: 9 arresti tra Chieti e Foggia

L’inchiesta nata a seguito di una morte sospetta

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3801

Eroina low cost ai ragazzini: 9 arresti tra Chieti e Foggia
CHIETI. I carabinieri di Chieti e di Foggia hanno dato esecuzione, nel corso della notte, ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Vasto Stefania Izzi a carico di 9 persone.

Si tratta di soggetti ritenuti responsabili di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, residenti nelle province di Chieti e Foggia. Per cinque indagati è stata applicata la misura della custodia cautelare agli arresti domiciliari (tra cui una donna) mentre i rimanenti 4 (tra cui due donne) sono stati associati nelle carceri di Vasto e Chieti.
 Le indagini, avviate nello scorso mese di ottobre dal Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Atessa a seguito del decesso per overdose da eroina di un ragazzo, hanno consentito di accertare la responsabilità di giovanissimi soggetti dediti sistematicamente all'attività di spaccio di sostanze stupefacenti, provenienti dalla vicina area foggiana, per lo più destinate al comprensorio della Val di Sangro e dell'area vastese.
L'indagine, coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Vasto, Giancarlo Ciani, che ha visto complessivamente 19 indagati, nel febbraio scorso aveva portato all'arresto in flagranza di due soggetti, tra cui Cristopher Di Martino, di professione 'pescatore', con il contestuale sequestro di circa 150 grammi di eroina, destinata allo spaccio sulle piazze locali. Di Martino, che figura tra gli arrestati, e' stato ritenuto il perno dell'attività di spaccio: era infatti colui che si riforniva di droga nella vicina area foggiana per poi immetterla sul mercato locale. Le indagini dei carabinieri si sono avvalse, tra l'altro, di intercettazioni telefoniche e ambientali.
La droga, eroina convenzionalmente denominata "Cobret", è particolarmente pericolosa atteso il basso costo per la limitata quantità di principio attivo presente, così da incrementare l'assunzione e la vendita a soggetti molto giovani.
 L'indagine era stata avviata proprio a seguito del decesso per overdose da eroina di un ragazzo tossicodipendente. L'operazione ha visto impegnati oltre 30 militari con l'ausilio di unità cinofile.
I destinatari della misura di custodia cautelare in carcere sono: Cristopher Di Martino, 24 anni, residente a Pollutri (Chieti), Salvatore Cicchitti, 20 anni, anch'egli residente a Pollutri; Rita Erra, 20 anni e Ida Levakovic, 28enne, entrambe residenti a Vasto. Agli arresti domiciliari sono finiti: Maria Rosaria Spinazzola, 30 anni, residente a San Severo; Giuseppe Volpe, 24 anni, anche lui di San Severo; Devis Bararducci, 25 anni, residente a Scerni (Chieti); Giuseppe D'Aurizio, 23 anni, residente a Vasto; Mohamed Eraggh, 29 anni, residente ad Atessa.