LA DENUNCIA

Montesilvano, Castorani: «degrado urbano e guardia medica chiusa»

Per l’esponente di Cantiere per l’Alternativa urgono misure urgenti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2437

Montesilvano, Castorani: «degrado urbano e guardia medica chiusa»
MONTESILVANO. «Se giri l’angolo su corso Umberto i semafori sono rotti. Se tiri dritto la passerella in fondo a viale Europa sul lungomare non è stata riparata, i parcheggi arrangiati alla buona, e quello di via Petrarca è da chiudere per indecenza».

E’ Montesilvano by day and night secondo Giancarlo Castorani di “Cantiere per l’Alternativa”.
E su via Maresca (zona alberghi), segnala Castorani, «è pure peggio. Non ci sono le fioriere, la segnaletica stradale è completamente assente (spazi cancellati per motorini e per disabili sul lungomare, passaggi pedonali assenti)».
Se si aggiunge che la guardia medica  per i turisti resta aperta solo il sabato la domenica e la notte (dalle 20.00 in poi); nei giorni feriali, invece dalle 8.00 del mattino alle 20.00 di sera è chiusa, con disagi per turisti (bambini e anziani) che per un incidente o malore devono recarsi al pronto soccorso di Pescara, «perché al numero telefonico esposto in vetrina non risponde nessuno», il quadro è quasi completo.
All’esterno della struttura, invece, crescono erba incolta e sterpaglie e dominano cicche, cartacce, secondo Castorani. Il fenomeno della prostituzione o del commercio ambulante senza interventi programmati, condisce  tutta l’atmosfera.
«Agli occhi del turista e ai nostri», commenta, «Montesilvano, che si vanta di essere la quarta città d'Abruzzo appare una città sporca e in degrado in cui è difficile identificarsi e di cui ci vergogniamo oggi; sono necessari anche piccoli lavori di manutenzione che costano poco, ma sono importanti per una città che si vuole definire turistica».