L'INCENDIO

Rogo in discarica abusiva, vigili del fuoco rischiano vita durante esplosione

Alla fine nessun ferito, 12 ore per spegnere il rogo

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1986

Rogo in discarica abusiva, vigili del fuoco rischiano vita durante esplosione
ISOLA DEL GRAN SASSO. Ci sono volute quasi dodici ore di lavoro per i vigili del fuoco di Teramo alle prese da ieri sera con un incendio divampato in una discarica abusiva a Trignano di Isola del Gran Sasso.

A prendere fuoco è stato un cumulo di immondizia di vario genere e rifiuti speciali pericolosi.
L'area, della grandezza di un migliaio di metri quadrati, era stata già sequestrata dalla Forestale nelle settimane scorse perché utilizzata come rimessa di auto sfasciate senza le dovute prescrizioni.
E il lavoro è stato lungo e faticoso mentre i fumi della combustione hanno ammorbato l'aria dell'intera zona e i residenti che vivono nelle case tutte intorno che si sono spaventati .
L’Arta, ha confermato il sindaco a PrimaDaNoi.it, Alfredo Di Varano, ha predisposto immediatamente le analisi e da lì le prime rassicurazioni: nessun pericolo imminente per i cittadini o coloro i quali hanno inalato i fumi. A complicare le già difficili operazioni di spegnimento anche un imprevisto che per fortuna non ha avuto tragiche conseguenze.

Nel corso delle operazioni di spegnimento delle fiamme, infatti, è scoppiata anche una bombola di gas, forse di acetilene. L’esplosione ha messo in pericolo gli stessi pompieri che però sono riusciti a reagire prontamente ed evitare conseguenze. Non ci sono stati feriti.
La segnalazione al 115 è arrivata ieri intorno alle 20.30 e la squadra è rientrata in caserma intorno alle 9,30 di stamane. Il primo cittadino questa mattina si è recato sul posto per controllare la fine delle operazioni.
Bisognerà adesso capire da cosa è stato causato il rogo anche se si pensa ad una ipotetica autocombustione. Prima di lasciare la zona i vigili del fuoco hanno messo in sicurezza il sito. Nei prossimi giorni continueranno gli accertamenti.