OPERE PUBBLICHE

L’Aquila e le mura d’oro della città: da 8 a 12 mln di euro per recuperarle

Il progetto sarà finanziato con i fondi Por Fesr

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4952

L’Aquila e le mura d’oro della città: da 8 a 12 mln di euro per recuperarle
L’AQUILA. Le mura come simbolo di città. Le mura come arma di difesa. Le mura come arredo urbano. Le mura come patrimonio archeologico da recuperare.
Il Comune de L’Aquila ha deciso di investire 8-12 mln di euro per il recupero, restauro e valorizzazione delle mura civiche nel centro storico. Lo si legge nella delibera 26 giugno 2012 numero 254 ad oggetto “approvazione del protocollo d’intesa per il recupero restauro e valorizzazione delle mura civiche del centro storico de L’Aquila rovinate dal terremoto del 6 aprile 2009”.

Un finanziamento europeo che sarà sfruttato così per restituire ad antica bellezza la fortificazione.


DALLA REGIONE AL MURAGLIONE
La delibera è chiara. L’operazione farà affidamento sui fondi Por Fse. «8 mln per la ricostruzione delle mura civiche suscettibili nel prosieguo dell’attività (per eventuali varianti) di aumento fino a 12. 886.675 euro». Soggetto attuatore: L’Aquila. Soggetto “elargitore”: la Regione che con delibera 447 il 4 luglio 2011 ha individuato nell’ambito del programma ricostruzione delle infrastrutture e del patrimonio pubblico monumentale de L’Aquila un importo pari a 8 mln per le mura. Il 21 maggio 2012 nella riunione del Comitato di sorveglianza Por Abruzzo si è deciso ufficialmente per il progetto.
Tra Comune Regione verrà siglata una convenzione di affidamento di queste risorse, si legge ancora nel documento. Qualche progetto per la muraglia è già cominciato. La Direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Abruzzo ha già in corso di esecuzione un progetto per il recupero del tratto murario di via Tancredi da Pentima viale XXV aprile.
Tutto è pronto anche in Comune che si impegnerà a predisporre il bilancio per l’evento. L’Ente prevederà nel bilancio di previsione 2012 un capitolo di spesa ed uno di entrata che dovranno essere dotati di 8mln di euro.
Un paio di firme del segretario generale Carlo Pirozzolo e del presidente Roberto Riga e la delibera viene approvata a maggioranza dalla giunta del Cialente bis.
m.b.