L'ARRESTO

Evade dai domiciliari e finge malore, arrestato in ospedale a Pescara

Due arresti al Ferro di cavallo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2442

Evade dai domiciliari e finge malore, arrestato in ospedale a Pescara
PESCARA. Un nomade di 27 anni, Italo Di Rocco, e' stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara per il reato di evasione dagli arresti domiciliari.

Nel corso di un controllo il giovane, sottoposto ai domiciliari per reati legati agli stupefacenti, non è stato trovato in casa. All'arrivo dei militari nella sua abitazione, i familiari hanno tardato ad aprire la porta per prendere tempo e consentire all'evaso, che è stato avvisato tramite cellulare, di raggiungere l' ospedale e simulare un malore.
In breve Di Rocco è arrivato al pronto soccorso dove, però, ha trovato ad attenderlo un'altra pattuglia dei Carabinieri che lo ha fermato e condotto in caserma. E' di nuovo agli arresti domiciliari.
Ieri i militari dell'Arma, coordinati dal tenente Salvatore Invidia, hanno arrestato, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, Leonardo Cirelli, 45 anni, anche lui rom, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 27 giugno avrebbe ceduto una dose da un grammo di eroina ad una giovane pescarese che, in cambio dello stupefacente, gli avrebbe consegnato un Pc portatile sottratto ai suoi genitori. La denuncia del padre della giovane ha consentito ai carabinieri di recuperare il computer, accertando le responsabilità dello spacciatore. In entrambi i casi gli indagati vivono al ferro di cavallo di via Tavo, dove lunedì si è verificato l'omicidio di Tommaso Cagnetta.