TRASPORTI

Consegnate due nuove locomotive alla Sangritana

Manutenzione di 7,5 mln di euro per 5 anni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2167

La presentazione di oggi

La presentazione di oggi

LANCIANO. Sono giunte a destinazione le due locomotive Bombardier Traxx E483 acquistate dalla Ferrovia Adriatica Sangritana nei mesi scorsi.

Fas ha anche sottoscritto un contratto di manutenzione completa della durata di 5 anni. Il valore complessivo dei due contratti e' di circa 7,5 milioni di euro. Per le due locomotive e' prevista una garanzia di due anni insieme al training per gli operatori e i manutentori.
La società inoltre potrà esercitare l'opzione per l'acquisto di una terza locomotiva e integrare il contratto di manutenzione con l'acquisto di una lista di ricambi di scorta tecnica di tutela per i casi di incidenti e vandalismo.
Le attivita' di manutenzione completa (preventiva e correttiva, ricambi inclusi) per le 2 locomotive saranno svolte da personale Bombardier presso il sito di Lanciano; tra i servizi inclusi c'e' anche l'accesso al nuovo sistema MyBTfleet, un sistema informatico all'avanguardia per la gestione delle flotte.
«Le locomotive Traxx E483, che hanno registrato un grande consenso in Italia e all'estero, rappresentano una soluzione di successo per la mobilita' su ferro del nostro Paese», ha dichiarato Roberto Tazzioli, presidente e Amministratore Delegato di Bombardier Transportation Italy.
«Il nuovo accordo, oltre a contribuire in maniera sostanziale al progetto di ammodernamento e potenziamento messo in campo da FAS, ribadisce la leadership mondiale della nostra azienda anche in questo segmento di mercato».
«L'accordo con Bombardier - ha dichiarato Pasquale di Nardo, presidente di Fas SpA- si colloca nell'ottica di migliorare il servizio di trasporto merci e passeggeri: le locomotive fornite da Bombardier opereranno non solo lungo le linee di competenza RFI ma anche lungo la rete sociale FAS: per questo motivo l'omologazione delle locomotive secondo le regole USTIF (l'Ufficio Speciale Trasporti a Impianti fissi) sarà considerata parte integrante del progetto. Questo importante acquisto - ha concluso Di Nardo - si colloca all'interno di un piano di espansione che la Sangritana sta portando avanti e che prevede interventi di ammodernamento e potenziamento con l'acquisto di nuovo materiale rotabile, appalti per il rinnovo del binario e il risanamento della sede ferroviaria».
La Ferrovia Adriatica Sangritana, inaugurata nel 1912, vanta una storia centenaria ed è punto di riferimento essenziale per il trasporto su rotaia e su gomma nel territorio Sangro-Aventino. Oggi è una Spa a socio unico, la Regione Abruzzo, che ne cura attività e gestione attraverso un CdA nominato dalla stessa Regione. La Sangritana opera sia nel settore ferroviario sia in quello automobilistico. In particolar modo, in ambito ferroviario, cura il trasporto pubblico locale sia sulla propria rete sociale che quella RFI, svolge attività di trasporto merci su ferro poichè gestisce i più importanti raccordi industriali e portuali della regione, e collabora con altre imprese ferroviarie per il trasporto di merci.