LA RAPINA

Commessa minacciata con pistola alla testa: rapina da 13 mila euro a Pescara

Preso di mira supermercato sulla Nazionale

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2198

Commessa minacciata con pistola alla testa:  rapina da 13 mila euro a Pescara
PESCARA. La giornata di lavoro si era quasi conclusa ma prima di far ritorno a casa tre commesse hanno vissuto un incubo.

Nella tarda serata di ieri, intorno alle ore 21 la volante della polizia è intervenuta presso il supermercato Eurospin, in via Nazionale Adriatica nord.
L’allarme è scattato a seguito di rapina perpetrata pochi minuti prima  ai danni dell’esercizio commerciale.
Secondo una prima ricostruzione tre individui, di probabile nazionalità italiana, dopo essersi introdotti nel supermercato dal retro del magazzino, con volto travisato da sciarpe e da un passamontagna, hanno sorpreso le tre commesse presenti all’interno ed intente ad effettuare le operazioni di chiusura dell’esercizio. Con una mossa fulminea, uno dei malfattori ha puntato alla testa di una delle dipendenti, che si trovava vicino le casse, una pistola  intimando a tutte  di sdraiarsi a terra. Attimi di terrore ma le ragazze hanno deciso di non reagire e assecondare le richieste per non correre pericoli.
Successivamente, non essendo riusciti ad aprire le casse, i rapinatori hanno chiesto ad una  dipendente di aprire la cassaforte con la chiave e di consegnargli i soldi.

Preso il denaro, non soddisfatti,  si sono fatti consegnare  anche le loro borse personali, per mettere dentro il bottino. I tre sono fuggiti  dal lato posteriore del supermercato, scavalcando il cancello e salendo a bordo di una utilitaria di colore bianco, dileguandosi in direzione monti. L’ammanco stimato ammonta a circa 13.000 euro. Sul posto è arrivata la polizia che ha verificato anche le immagini delle telecamere di sorveglianza. I tre sono ancora ricercati.