DIMISSIOINI

Roseto, si dimette comandante Polizia Municipale: «motivi personali»

Il contratto scadeva a fine anno

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2053

Roseto, si dimette comandante Polizia Municipale: «motivi personali»
ROSETO. Emiliano Laraia non sarà più Comandante della Polizia Municipale a partire dal 29 luglio prossimo. La decisione è stata comunicata ufficialmente questa mattina al Sindaco Enio Pavone che ha ricevuto per iscritto le dimissioni formali . «Si tratta di una scelta assolutamente personale – ha detto Emiliano Laraia – dettata da motivi professionali visto che ho deciso di cogliere un’opportunità importante per il mio futuro lavorativo».

Il contratto a tempo determinato del Comandante Laraia sarebbe scaduto il 31 dicembre 2012 con la possibilità di rinnovo per altri due anni.
«Non posso che rispettare la decisione presa da Laraia – ha detto il sindaco Enio Pavone - che ha svolto con diligenza, capacità, serietà e competenza il lavoro di Comandante della Polizia Municipale, compito non semplice. Pertanto a lui va il ringraziamento dell’Amministrazione comunale da me guidata per il lavoro fatto e l’augurio di una prospettiva sempre più ricca di soddisfazioni sotto il profilo professionale e personale».
«Questi oltre cinque anni di lavoro presso il Comune di Roseto sono stati per me un ‘esperienza fondamentale sia dal punto di vista professionale che umano – ha detto Emiliano Laraia - e soprattutto nell’ultimo anno sono riuscito ad esprimere al meglio le mie potenzialità e i miei compiti grazie alla fiducia e al sostegno del sindaco e della sua amministrazione. A chi voglia pensare che le mie dimissioni siano ricollegabili alla nota indagine che ha interessato il Corpo di Polizia Municipale – ha poi aggiunto - posso dire che ho svolto il mio ruolo di Comandante nel momento più caldo assumendomi le mie responsabilità e continuando a guidare il servizio senza alcun condizionamento per oltre quattro anni ininterrottamente».
Come da legge le dimissioni sono arrivate con 24 giorni di preavviso e pertanto il Comandante rimarrà in servizio fino al 29 luglio ed ha assicurato che compirà i suoi compiti fino all’ultimo giorno.