MORTE SULLA STRADA

Abruzzo. Tre morti in tre incidenti stradali nel fine settimana

Hanno perso la vita due donne e un uomo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6748

Abruzzo. Tre morti  in tre incidenti stradali nel fine settimana
ABRUZZO. Fine settimana tragico sulle strade abruzzesi.

Tre le persone decedute tra sabato e domenica in tre diversi incidenti stradali e il mese di luglio si apre tragicamente. Il primo si è verificato a Montesilvano: Maria Jennifer Straccapanza, 24 anni di nazionalità colombiana ma da anni residente a Montesilvano ha perso il controllo dell'auto e si è andata a schiantare contro un albero.
L'incidente è avvenuto all'alba tra sabato e domenica a Pescara, all'incrocio fra via della Bonifica e via Tirino. I sanitari del 118, subito giunti sul posto, hanno tentato di rianimarla, ma la ragazza è morta in ambulanza, durante il trasporto all'ospedale civile. Sulle cause dell'incidente indagano gli agenti della Polizia Stradale.

 Un’altra donna è morta in un incidente stradale avvenuto poco dopo le 10 di domenica sull'autostrada A24, in direzione L'Aquila. Si tratta di Lisa Pepe, 64 anni, residente a Roma. La donna, per cause ancora in corso di accertamento, ha perso il controllo della sua Toyota Yaris tra Carsoli e Tagliacozzo, finendo prima sul guardrail di sinistra, poi su quello di destra. E' morta sul colpo. Sull'incidente il sostituto procuratore del Tribunale di Avezzano Guido Cocco ha aperto un'inchiesta, ordinando il sequestro dell'auto. Sul posto sono arrivati per i rilievi del caso gli agenti della Polizia Stradale del distaccamento di Carsoli e di Pratola Peligna, tutti coordinati dal comandante Marcello Roselli. Il corpo della donna è stato poi trasferito all'obitorio dell'ospedale di Avezzano, a disposizione dell'autorità giudiziaria.
Ma la giornata di domenica ha fatto registrare anche un secondo incidente mortale: un motociclista romano di 52 anni é morto nel pomeriggio a L'Aquila, nella zona del Vasto, lungo la strada provinciale 80 che da Assergi conduce al passo delle Capannelle, alle pendici del Gran Sasso.
Raimondo Nitoglia, questo il nome, viaggiava da solo, alla guida della sua moto, una Triumph 1000; in curva il mezzo è andato a scontrarsi con un'auto che procedeva in senso opposto.
L'uomo è morto per la violenza dell'impatto con il suolo, ma non è stato ancora possibile ricostruire esattamente la dinamica del sinistro, se cioé il centauro sia caduto prima o dopo l'urto. Illeso il conducente dell'automobile. Sul posto, per i rilievi, sono intervenuti i Carabinieri del comando provinciale dell'Aquila.