SERIE A

Santa Croce probabile nuovo sponsor del Pescara calcio

L’accordo potrebbe chiudersi nelle prossime settimane

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2297

 Santa Croce probabile nuovo sponsor del Pescara calcio
CANISTRO. La società “Sorgente Santa Croce” è vicina a chiudere l’accordo con il Pescara Calcio che la prossima stagione disputerà il campionato di Serie A.

Ieri pomeriggio, presso lo stabilimento Santa Croce di Canistro, in provincia de L’Aquila, si è tenuto un incontro tra il presidente della società di imbottigliamento dell’acqua, Camillo Colella, e il patron del Pescara Calcio, Daniele Sebastiani, per mettere a punto l’operazione per far divenire Santa Croce main sponsor del team calcistico abruzzese.
All’incontro hanno partecipato rappresentanti delle amministrazioni regionale e comunale, tra cui, il vice presidente della Regione Abruzzo, Alfredo Castiglione, l’assessore regionale Angelo Di Paolo, il vice sindaco di Canistro Paolo Di Pietro e il consigliere comunale Giovanni Paolo Palermini.
Tutti sono rimasti entusiasti per il possibile accordo che punta ad una sinergia tra realtà abruzzesi ed hanno garantito il massimo sostegno affinché l’intesa venga raggiunta. I presenti, dopo la visita allo stabilimento hanno lodato l’impegno del presidente di Santa Croce, Camillo Colella, che ha evitato il fallimento di uno dei maggiori marchi e realtà industriali dell’Abruzzo, per averne risollevato le sorti grazie ad ingenti investimenti evitando così anche il tracollo dal punto di vista occupazionale e che ora, con tale operazione, intende aprire una nuova fase di rilancio dal punto di vista commerciale, dell’immagine e della comunicazione.
«Santa Croce in questi anni – afferma il presidente Camillo Colella - è stata vicina alla realtà abruzzese colpita dal terribile sisma e, tra l’altro, ha sponsorizzato numerosi eventi sportivi ed è stata per diverse stagioni anche sponsor del Luco Canistro che milita in serie D. Adesso abbiamo deciso di approntare tale progetto per dare una nuova e più forte immagine al marchio Santa Croce a livello nazionale ed internazionale in considerazione del fatto che la nostra acqua oligominerale, per quantità prodotta e qualità organolettiche, è tra le prime d’Italia. Il nostro fine, in pratica, è di creare – conclude Colella - una partnership in grado di gettare le basi per un percorso di crescita e successo comune, non limitato ai confini nazionali».
L’accordo potrebbe chiudersi nelle prossime settimane.