CALCIO

Celano calcio, Piccone padre lascia la squadra, il figlio dovrà rilanciarla

Nessun investitore all’orizzont, per ora

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3171

Celano calcio, Piccone padre lascia la squadra, il figlio dovrà rilanciarla
CELANO. Di padre in figlio. Spetterà al sindaco di Celano, Filippo Piccone, guidare la squadra sportiva Celano calcio in un momento così delicato di transizione. Dopo le dimissioni del presidente Ermanno Piccone (suo padre) e la retrocessione in serie D, ecco l’ennesima grana per la Celano F.C. Marsica.

Filippo Piccone, primo cittadino, dovrà fare da tramite per cercare di trovare nuovi possibili acquirenti. E’ prevista per venerdì a Celano un’assemblea pubblica alle ore 21, nella sala consiliare del Municipio proprio con lo scopo di sensibilizzare eventuali investitori. La Celano Football Club Marsica è una società calcistica del Comune di Celano. Fino al 2011 si chiamava Celano F.C. Olimpia. Attualmente milita nel campionato di Lega pro seconda divisione. Tempo fa e dopo anni di gestione Ermanno Piccone, il suo presidente, ha tirato i remi in barca riconsegnando il titolo sportivo della società al Comune, guidato dal figlio Filippo Piccone.
«Una scelta dolorosissima che abbiamo cercato di evitare in tutti i modi», ha dichiarato il presidente Ermanno Piccone alla stampa».
Una scelta legata al fatto che nessuno andava più allo stadio, non c’era più entusiasmo e spesso con gli incassi della domenica a stento si riuscivano a sostenere le spese. Dunque i debiti non c’entrano nulla, anzi, Piccone senior ha rassicurato che la società gode di perfetta salute e che lui continuerà a sostenerla nelle vesti di sponsor.
Al momento nessun imprenditore ha mostrato la volontà di subentrare nella gestione della compagine calcistica, che così rischia di sparire dal panorama sportivo regionale.
Si sta pensando a soluzioni alternative come la costituzione di un comitato con il proposito di non lasciare nulla di intentato per evitare di disperdere il patrimonio calcistico cittadino. Nell’assemblea di venerdì prossimo, infatti, verrà presentata come soluzione anche una formula di azionariato diffuso, popolare fondato sulla base di quanto previsto dalla statuto creato per la squadra della Marsica e che ricorda vagamente l’esperimento messo a punto dal consigliere regionale Antonio Prospero per risollevare la Vasto Calcio.