RICOSTRUZIONE

Terremoto, il Comune de L’Aquila deve restituire 20 mln di euro

Calcoli sbagliati, soldi da rispedire alla Sge

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3209

Terremoto, il Comune de L’Aquila deve restituire 20 mln di euro
L'AQUILA. Contati due volte e così, adesso, scoperto l’errore, bisognerà rispedirli al mittente. Il Comune dell'Aquila dovrà dire addio ad oltre 20 milioni di euro versati dalla struttura commissariale per il pagamento delle spese per l'emergenza ma inutilizzati perché doppiamente rendicontati.

I fondi, infatti, erano già stati versati nelle casse comunali dell'Ente nei mesi scorsi: per questo dall'area amministrativo-contabile della struttura per il commissario per la ricostruzione è stata invitata una missiva per chiedere la restituzione dei soldi.
E' quanto si apprende da fonti della Regione. Ieri, intanto, il commissario per la ricostruzione, Gianni Chiodi, ha firmato il mandato di pagamento in favore dell'amministrazione comunale che concede, a titolo di anticipazione, 14 milioni destinati alla riparazione e alla ricostruzione degli edifici privati. L'anticipazione è pari al 70 per cento dell'importo richiesto dal Comune dell'Aquila, che entro il prossimo 30 settembre deve provvedere a trasmettere al Commissario la rendicontazione, obbligatoria per legge, delle somme ricevute.
Nei giorni scorsi, invece, il Commissario ha disposto il trasferimento di 2,638 milioni di euro in favore del Comune dell’Aquila. Le risorse sono destinate al pagamento del contributo di autonoma sistemazione (Cas) per il mese di maggio 2012.
Intanto il settore Assistenza alla popolazione ha reso noto che da lunedì 25 giugno saranno di nuovo operativi gli uffici del Contributo di autonoma sistemazione e Affitti concordati-Fondo immobiliare nella nuova sede di via Rocco Carabba n. 6.