LA SENTENZA

Truffa prodotti finanziari, assolti vertici e promotori banca 121

«Il fatto non sussiste»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3205

Truffa prodotti finanziari, assolti vertici e promotori banca 121
GIULIANOVA. Sei anni tra indagini e processo. Poi arriva la sentenza: tutti assolti per il fatto non sussiste.

Dirigenti e promotori finanziari della ex Banca 121 oggi Monte Paschi di Siena sono stati assolti ieri pomeriggio dal giudice del tribunale di Giulianova, Enrico Pompei.
L'accusa era quella di truffa completamente smontata e il giudice ha deciso: «il fatto non sussiste».
L'accusa per i vertici dell'istituto bancario e per i collocatori finanziari era relativa alla vendita di prodotti bancari denominati Myway e Foryou (relativi agli anni 2005-2006) considerati truffaldini perche' esponevano a un elevato tasso di rischio gli investitori con scarsa propensione al rischio.
Il processo e' iniziato a ottobre del 2007. L'inchiesta aveva coinvolto Banca 121 che nel Teramano, attraverso le proprie filiali, aveva proposto la sottoscrizione dei prodotti.

Gli indagati avevano presentato opposizione al decreto penale di condanna firmato all'epoca dal gip Giovanni Cirillo ed oggi, dopo una lunga battaglia legale, il giudice ha riconosciuto l'insussistenza dei fatti contestati dalla procura.
Nella lunga udienza di ieri erano presenti anche consulenti e vertici della Consob. «Il tribunale e' giunto all'unica conclusione possibile - dichiara uno dei legali difensori dei promotori finanziari, Giampaolo Magnanimi - riconoscendo la legittimita' dell'operato dei collocatori».