AMBIENTE

Montesilvano. Pineta Santa Filomena, primi accordi per il rilancio

Il sindaco incontra il Corpo Forestale

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1442

Montesilvano. Pineta Santa Filomena, primi accordi per il rilancio
MONTESILVANO. Le denunce dei giorni scorsi non sono rimaste inascoltate.

Tavolo di lavoro aperto ieri tra il sindaco di Montesilvano, Attilio Di Mattia, e il comandante del Corpo Forestale dello Stato, Piero Di Fabrizio, per le attività inerenti la salvaguardia e valorizzazione della riserva naturale di Santa Filomena.
«E' stato un confronto molto costruttivo ed in piena sintonia - ha dichiarato il sindaco di Montesilvano Attilio Di Mattia -abbiamo analizzato le criticità e ipotizzato varie soluzioni per rendere questo nostro patrimonio sempre più sicuro e godibile».
Un progetto di riqualificazione che porterà la pineta a garantire, anche e soprattutto, tutti i requisiti di sicurezza, e di valorizzazione estetica, necessari.
«La riserva - ha illustrato il comandante Piero Di Fabrizio a margine dell'incontro odierno - insiste su un terreno sabbioso. Inoltre la falda freatica è molto superficiale e le radici, di conseguenza, non potendo radicarsi in profondità concorrono a rendere pericolosamente instabili le piante. E' necessario, quindi, un attento e costante monitoraggio ed un piano preventivo e conservativo di interventi volti alla salvaguardia della riserva naturale». In merito ai recenti interventi operati sulla riserva, Di Fabrizio ha puntualizzato. «Alcuni pini pericolanti, posizionati lungo il margine stradale a monte della pineta, sono stati oggetto di un apposito tavolo tecnico al quale hanno partecipato diversi enti e valutati di estrema pericolosità per la pubblica incolumità e di conseguenza abbattuti. Tutto il materiale prelevato - ha aggiunto il comandante - è stato "cippato" e poi trasportato presso un impianto a bio-masse che lo trasforma in energia».
Sempre in tema di riqualificazione, il comandante della Forestale ha dichiarato che «in autunno inizieranno i lavori di ripiantumazione all'interno della riserva nelle aree oggi prive di vegetazione».
Tra i prossimi appuntamenti che vedranno coinvolti il sindaco Di Mattia e il comandante Di Fabrizio, è previsto un viaggio a Roma presso il Ministero dell'Ambiente e presso il Corpo Forestale dello Stato per presentare un progetto di riqualificazione ad ampio respiro della riserva naturale di Santa Filomena.
«Stiamo studiando la possibilità - ha sottolineato il primo cittadino di Montesilvano - di operare un ricambio delle piante "per aree", individuando di volta in volta le zone prioritarie di intervento laddove le stesse, per le problematiche evidenziate, non garantiscano più i requisiti di sicurezza, turistico-ricreativi ed estetici che la nostra pineta deve continuare ad offrire. In questo - ha concluso il sindaco Di Mattia - cercheremo sponda negli organismi istituzionali per supportarci in questa opera di salvaguardia e continua valorizzazione di questa grande risorsa del nostro territorio».