L'INIZIATIVA

La carica dei 400 mila alpini, L’Aquila vuole ospitarli e può farcela

Sindaco ottimista

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1676

La carica dei 400 mila alpini, L’Aquila vuole ospitarli e può farcela
L’AQUILA. Si è tenuto ieri mattina, nella sede comunale di Villa Gioia, l’incontro tra il sindaco Massimo Cialente, il vicesindaco assessore alla Protezione Civile, Roberto Riga e l’assessore ai Grandi Eventi, Stefania Pezzopane con la Commissione Ana (Associazione nazionale alpini).

Lo scopo è stato quello di esaminare il "Progetto L'Aquila 2014" elaborato dal Comitato Promotore Adunata Nazionale Alpini e verificare le condizioni necessarie e a supporto della candidatura della Città dell'Aquila ad ospitare l'evento che raduna oltre 400.000 alpini da tutto il mondo. La Commissione ha ribadito che la città ha tutte le caratteristiche per poter essere la sede di questa grande iniziativa e l’amministrazione comunale ha confermato il suo pieno e convinto appoggio alla candidatura.
«La manifestazione - ha commentato il sindaco Massimo Cialente - costituisce per la comunità aquilana un’occasione di commemorazione dei valori di solidarietà e appartenenza alla Nazione, nonché un modo per ritornare all’attenzione di tutta l’Italia. L’Aquila potrebbe inoltre esprimere la sua riconoscenza a tutte le Sezioni dell’Associazione Nazionale Alpini per il lavoro svolto durante la fase di emergenza post sisma. E’ un evento – ha concluso il sindaco - che si coniuga perfettamente con le finalità dell’Amministrazione comunale di promuovere l’immagine della città anche attraverso celebrazioni di carattere storico e istituzionale».
«Per L’Aquila – ha dichiarato il vicesindaco Riga – la presenza degli Alpini è sempre stata un richiamo ed anche il nostro sistema di Protezione Civile si regge su una forte collaborazione. Contiamo di suggellare nel 2014 questa collaborazione con il Grande Evento».
«Sappiamo di dover affrontare la competizione con la città di Pordenone – ha commentato l’assessore Pezzopane – Ci siamo messi a lavorare di buona luna e sentiamo intorno a noi il sostegno dell’intero territorio che riceverebbe da quell’evento immagine e indotto economico. Speriamo di farcela».