L'ARRESTO

Rapinarono imprenditore, in manette due teramani

Denunciata anche una donna: «era la basista»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1046

Rapinarono imprenditore, in manette due teramani
GIULIANOVA. Il 18 aprile scorso un imprenditore 56enne di Giulianova denunciò di aver subito una rapina.

L’uomo disse di essere stato aggredito da sconosciuto mentre si trovava a bordo della sua autovettura a Coste Lanciano di Roseto in compagnia di una donna.
 Venne rapinato di mille euro da un uomo con il volto parzialmente coperto da un cappello. Grazie alle caratteristiche somatiche dell'aggressore, agli indumenti indossati e alla descrizione dell'autovettura con cui il malvivente si era dato alla fuga i militari rosetani risalirono al presunto responsabile.
Si tratta di Danilo Perna, 30enne di Alba Adriatica, disoccupato il quale due giorni dopo la rapina, sottoposto a perquisizione domiciliare venne trovato in possesso dell'intera somma rapinata e di tutti gli indumenti indossati nella rapina. In manette e' finito anche un complice, Roberto Roma, 25enne di Nereto.
 Nei confronti dei due, il gip di Teramo ha emesso ordinanza di custodia cautelare eseguito stamane. Nel corso dell'ispezione i militari hanno rinvenuto in casa di Roma, 86 grammi di hashish, materiale per il confezionamento, un proiettile calibro 7,65 Nato, un bossolo calibro 5,56 Nato, 4 coltelli del genere proibito ed altro materiale, il tutto sottoposto a sequestro.
Roma dovra' difendersi anche dalle accuse di detenzione al fine di spaccio di stupefacente e possesso di munizionamento da guerra.
I carabinieri nel corso delle indagini hanno acquisito elementi di colpevolezza anche nei confronti di una donna di Giulianova P.F., 44enne, denunciata alla Procura della Repubblica di Teramo, che ha avuto la funzione di basista.