RIFIUITI

No del Pd pescarese alla discarica a Piano di Sacco

«Area sottoposta a vincolo idrogeologico e paesaggistico»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1352

No del Pd pescarese alla discarica a Piano di Sacco
PESCARA. Il gruppo del Pd alla Provincia di Pescara è contrario alla realizzazione di una discarica a Piana di Sacco nel territorio comunale di Citta' Sant' Angelo.

Per questo  ha presentato una risoluzione urgente per impegnare il presidente e la giunta provinciale a rivedere il Piano per la gestione dei rifiuti. Nel corso di una conferenza stampa, che si è svolta questa mattina i rappresentanti del Pd hanno spiegato di essere contrari in quanto la discarica potrebbe comportare danni e rischi elevati sulla salute e sulla vita dei cittadini di Città Sant'Angelo e dei comuni vicini. Il Pd, tra le altre cose, ha fatto notare che il sito individuato ricade in un 'area sottoposta a vincolo idrogeologico e paesaggistico.
Per i consiglieri dell' opposizione, dunque, il percorso avviato dalla Provincia «è inopportuno sia sul piano ambientale che su quello sociale».
Il consigliere Antonio Di Marco, ha evidenziato che «il Pd ha la necessità di fare ulteriori approfondimenti, anche se ha dato parere favorevole al Piano nel mese di maggio scorso. Città Sant' Angelo - ha proseguito - non ha siti idonei per ospitare una discarica. E' un territorio che ha vocazioni diverse che non si coniugano con quanto previsto dal Piano dei rifiuti».
Di Marco ha anche sottolineato che il suo partito «ha chiesto in più occasioni la possibilità di ascoltare in consiglio provinciale il sindaco di Città Sant'Angelo affinchè lui stesso possa spiegare le ragioni che impediscono di aderire al Piano dei rifiuti».
 Da parte sua il sindaco di Città Sant'Angelo Gabriele Florindi ha annunciato che farà delle osservazioni al Piano: «intanto voglio ribadire che è un buon Piano e bisogna dare atto anche politicamente a questa amministrazione che ha avuto il coraggio di redigerlo. Ora siamo nella fase delle osservazioni in cui tutti possono intervenire per dare il proprio apporto. Noi faremo delle osservazioni perchè riteniamo inidonea l'area individuata, non si tratta di un no a priori, ma si basa su studi e approfondimenti che evidenziano l' impossibilità di ospitare quel tipo di struttura in quanto già carico di altre strutture che si occupano di trasformazione dei rifiuti. Bisogna quindi individuare un altro territorio. Dico queste cose - ha concluso il sindaco - senza l' intenzione di fare polemica ma con uno spirito costruttivo».
Nella risoluzione il Pd estende le sue considerazioni di incompatibilità ambientale ad ospitare una discarica anche al sito di Alanno in quanto si trova nel cuore della zona residenziale, confina con un corso d'acqua ed e' a ridosso di una scuola