CONFLITTI E INTERESSI

Niente crisi per Michele Russo: altri soldi dalla Provincia di Pescara

Si moltiplicano gli affidamenti diretti anche del Comune

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6943

Michele Russo

Michele Russo

PESCARA. Mentre la crisi stritola le aziende di mezza Europa c’è chi la svanga riuscendo ad ottenere fondi pubblici dalla pubblica amministrazione.

E’ il caso delle ditte di Michele Russo, un imprenditore nel campo della comunicazione e della pubblicità che da oltre un decennio è sulla cresta dell’onda lavorando sia con amministrazioni di centrosinistra che di centrodestra. Un imprenditore particolare poiché nominato dal centrodestra (Gianni Chiodi) a capo di una azienda pubblica, la Gtm, la società che gestisce il trasporto pubblico locale a Pescara, una azienda pubblica anche se lo stesso Russo sostiene di non avere obblighi di trasparenza di gestione (ed in fatti il sito istituzionale è carente di documenti pubblici). UNconflitto di interssi che si trascina da anni e che già nel 2009 qualcuno chiedeva di fare chiarezza.
Così nominato dalla politica di centrodestra dopo aver curato l’immagine di molti degli attuali amministratori (tra cui o stesso Chiodi, Guerino Testa della Provincia di Pescara e molti altri) Russo si ritrova a ricevere incarichi diretti assolutamente previsti dalla legge ma forse, si potrebbe dire, poco opportuni visto che in ballo ci sono pur sempre soldi pubblici.
Il malumore tra i concorrenti di Russo è palpabile ma nessuno si scompone più di tanto poiché nell’ambiente è notorio che bisogna sapere attendere tempi migliori e coltivare i rapporti con gli uomini che contano perchè il gioco ha queste regole.
Ieri Il Centro ha calcolato che soltanto dal Comune di Pescara negli ultimi due anni le aziende di pubblicità e marketing di Michele Russo hanno ricevuto circa 190 mila euro, di più e non di meno, per una serie di affidamenti molte volte al centro di polemiche politiche. C’è poi l’ultimissimo caso di eclatante conflitto di interessi che riguarda l’utilizzo di bus Gtm (di cui Russo è presidente) per la manifestazione di Ironman (di cui Russo è promotore)
Ma nel primo scorcio di giugno piovono fondi pubblici anche dalla vicina Provincia, cosa non nuova nell’era Testa.
Con una determina dell’8 giugno 2012 del dirigente Tommaso di Rino la Provincia contribuisce con 37 mila euro all’evento sportivo Ironman (che vanno ad aggiungersi ai circa 50 mila del Comune di Pescara) visto che si «intende dare un forte impulso alle attività di promozione turistica organizzando una serie di eventi sportivi sul territorio provinciale e che a tal proposito, un particolare interesse riveste la promozione del triathlon, quale attività sportiva che può favorire in ambito nazionale ed europeo un’adeguata visibilità del territorio provinciale in termini di valorizzazione delle risorse ambientali e paesaggistiche».
E così visto che la Wecan srl Sport Events di Pescara (società riconducibile a Russo) ha presentato il giorno prima una proposta di realizzazione dell’evento sportivo il contributo viene elargito.
La richiesta è firmata 7 giugno, la determina è l’8 giugno giorno in cui iniziava Ironman. Nessuno si domanda che cosa sarebbe accaduto se il contributo non fosse arrivato ormai a cose fatte (e a spese già sostenute). 


TURISMO E FORMAZIONE
Altri 18mila euro arriveranno nelle casse della Mirus grazie ad un’altra determina del 1 giugno che riguarda il settore del turismo e della formazione. Un settore ricco di finanziamenti pubblici, anche comunitari, che la Provincia sta sfruttando a dovere con una serie di iniziative finalizzate al reclutamento di persone da formare per avviare a vecchie e nuove professioni. Per fare questo è stato creato un sito internet, applicazioni per cellulari ed una pagina Facebook.
Anche di questo di occupa Russo e questa volta la cifra viene prelevata dal capitolo della Provincia “Spese di funzionamento dei servizi all’impiego: varie – (Contr. Stato cap.entr. 245)”
I presupposti dell’incarico si trovano nel «rafforzamento dell’attività di promozione dei servizi erogati dai CPI provinciali, con particolare riferimento ai nuovi sportelli attivati nel 2012, al portale www.pescaralavoro.it, alla APP Pescaralavoro».
Per questo è opportuno «promuovere una campagna pubblicitaria, in una congiuntura economica particolarmente negativa, verso l’utenza potenziale del territorio i servizi per l’impiego di preselezione, consulenza del lavoro, promozione dell’autoimpiego, orientamento, inserimento socio-lavorativo di soggetti svantaggiati erogati dai Centri per l’impiego provinciali».
Anche in questo caso al protocollo della Provincia risulta una offerta con un preventivo della Mirus che trattandosi di preventivo al di sotto di 20mila euro può essere preso in considerazione senza altri paragoni con attori del settore.


COMUNE, AMORE PER LO SPORT, LOGHI E PUBBLICITA’
Tra gli affidamenti contestati affidati dal Comune c’è quello per la redazione del centro commerciale naturale Della Mirus, l’azienda di Russo, il Comune si serve soprattutto per l’organizzazione di eventi e pubblicità come la strada pendolo, e poi c’è stato il titolo di Pescara città europea e la cena dei vip tenuta in Comune, ma vietata ai più e top secret  loghi regalati sempre la Mirus per Pescara città europea 2012 che ci infila dentro anche il ponte del mare, simbolo potentissimo del periodo delfonsiano.
Russo è anche presidente della Gtm che è stazione appaltante della contestatissima filovia di Pescara ma anche autore della pubblicità che dovrebbe farla piacere di più (appalto affidato a Mirus prima che diventasse presidente).
Anche con la Provincia il rapporto come detto è continuo sin dal 2010 e dopo aver curato la campagna elettorale di Guerino Testa la Mirus si aggiudica l’appalto per la comunicazione istituzionale, la stessa coincidenza si registrò ai tempi dell’ex presidente Giuseppe De Dominicis. Anche in questo caso gli affidamenti sono costanti e continui per questa o quella campagna istituzionale.
Poi arriva Ironman che è di fatto uno tra i più grandi successi di Michele Russo che riesce a portare gente ed atleti da tutto il mondo. Insieme agli atleti arrivano anche le nuove commesse pubbliche.


Alessandro Biancardi