SINDACATI

Montesilvano, lavoratori ex Deborah Ferrigno senza stipendio

La Cisl Fp di Pescara si appella al sindaco

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1254

Montesilvano, lavoratori ex Deborah Ferrigno senza stipendio
MONTESILVANO. Stipendi che vanno dai 400 euro mensili ai 1.000 euro per i più fortunati. E ancora: contratti ad ore anzichè mensili, a cui si aggiunge il ritardo nel pagamento dei salari per il mese di maggio.

E’ la situazione in cui versano operatori dell’Azienda Speciale di Montesilvano, ente strumentale del Comune, a totale partecipazione municipale. L’azienda eroga servizi socio-educativi alla collettività.
Secondo la Cisl Fp che sta perorando la causa dei dipendenti non ci sarebbe nessun impedimento al trasferimento dei soldi dalle casse comunali a quelle dell’azienda per la retribuzione dei salari. O almeno, non risulta.
E’ per questo che la sigla ha fatto appello al neo eletto sindaco Attilio Di Mattia perché risolva la situazione il prima possibile facendo pressioni sul dirigente di settore.
«Questi lavoratori», ha detto Cisl, «vanno avanti con dignità ed onestà e non è il caso di mortificarli con personalismi e capricci di basso profilo».
I problemi dell’azienda si trascinano da tempo. Proprio qualche tempo fa la Cisl ha sollevato perplessità sulla disparità di retribuzione dei dipendenti dell’Azienda speciale rispetto a quelli pubblici così come sui contratti previsti, sul monte ore di lavoro (la media di 172 ore lavorative mensili al posto delle 164 previste senza alcun accordo sindacale previsto dal contratto) ed, a volte, di turni notturni massacranti (10 ore a fronte di 8).