L'ARRESTO

Rapinatore per amore arrestato dai carabinieri

Organizza spedizione punitiva, vittima il ‘rivale’

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1196

Rapinatore per amore arrestato dai carabinieri
SAN GIOVANNI TEATINO. Folle di gelosia tanto ad arrivare ad organizzare una vera e propria spedizione punitiva contro il suo rivale.

Ma gli è andata male perché non solo è finito in carcere ma i carabinieri hanno scoperto che c’era un decreto di espulsione pendente a cui non aveva mai ottemperato.
Le porte del carcere si sono aperte lunedì sera per l’uomo, un nigeriano di 32 anni. Il bersaglio della sua rabbia è un suo connazionale, reo, a suo dire, di intrattenere un rapporto eccessivamente confidenziale con la sua fidanzata. E questo non poteva proprio accettarlo.
Così verso le 10 di lunedì mattina, presso il parcheggio dell’iperstore Obi, il fidanzato geloso, insieme ad altri due suoi connazionali, ha aggredito il povero malcapitato, duramente malmenato, a cui, inoltre, durante la colluttazione è stato asportato il portafogli contenente una piccola somma di denaro e tutti i suoi documenti.
I due complici sono riusciti a darsi alla fuga con la refurtiva mentre l’organizzatore dell’aggressione è stato fermato dai militari intervenuti prontamente sul posto.
Divisi i due contendenti, la vittima è stata accompagnata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Chieti dove ha ricevuto le opportune cure, mentre il 32enne innamorato è stato dichiarato in arresto per concorso in rapina aggravata e lesioni.
Al termine degli accertamenti l’arrestato è risultato inoltre inottemperante ad un decreto di espulsione pendente a suo carico. Il giovane è stato poi tradotto presso la locale casa circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria.