IL FATTO

Bimbo rischia folgorazione per guasto lampioni Pescasseroli

Enel: «tecnici hanno messo in sicurezza la rete comunale»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1960

Bimbo rischia folgorazione per guasto lampioni Pescasseroli
PESCASSEROLI. Una tragedia sfiorata e tanta paura.

Un bambino di 11 anni ha rischiato di rimanere folgorato in seguito a una grossa dispersione di corrente legata all'impianto di illuminazione pubblica, a Pescasseroli. Bisogna adesso cercare di capire come sia potuto accadere anche perché l’episodio poteva trasformarsi in una vera e propria tragedia.
Secondo quanto emerso dalla ricostruzione dei fatti il bimbo lunedì sera stava giocando in strada, nei pressi della sua abitazione. Una serata tranquilla, in un po’ conosciuto e frequentato decine di volte, senza mai alcun problema. All’improvviso, però, il bimbo, appoggiandosi a una ringhiera, è stato investito da una forte scossa elettrica che lo ha fatto cadere a terra, quasi svenuto. Gli amici hanno dato l’allarme, spaventati. I genitori lo hanno portato prima alla guardia medica del paese, poi all'ospedale di Castel di Sangro dove i sanitari lo hanno trattenuto tutta la notte per accertamenti, per poi dimetterlo ieri mattina.
Sulla vicenda i carabinieri di Pescasseroli hanno aperto un'inchiesta per verificare eventuali responsabilità. In un primo momento sembrava che Enel, dopo aver accertato che era in atto una forte dispersione di corrente nella linea elettrica che alimenta i lampioni dell'illuminazione pubblica, avesse deciso di interrompere parzialmente l'erogazione di elettricità.
Ma poi proprio la società ha precisato, con una nota, che la «rete elettrica è regolarmente in esercizio in tutto il comune di Pescasseroli e non è in alcun modo coinvolta in quanto accaduto. I tecnici sono intervenuti esclusivamente per mettere in sicurezza impianti della rete comunale».